07:53 10 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (20 marzo - 26 marzo) (101)
5112
Seguici su

Fino a 2mila euro di multa e sequestro dell'auto o del motociclo a chi trasgredisce le disposizioni previste dai decreti del Governo. Una app traccerà chi è obbligato a fare la quarantena a casa.

Il Governo prova a scoraggiare i temerari che sfidano i divieti con una ammenda fino a 2mila euro e il sequestro dell’auto o del motociclo se violano le disposizioni dell’ultimo Dpcm, che ha ridotto ulteriormente i margini di spostamento delle persone.

Il nuovo provvedimento non è ancora in vigore ma è allo studio e conterebbe anche ulteriori restrizioni come l’uso di una applicazione da installare sullo smartphone dei cittadini risultati positivi al tampone, così da tracciare i loro spostamenti. Una misura per evitare che chi è positivo lasci il proprio domicilio e se ne vada in giro a infettare altri.

Le nuove misure si renderebbero necessarie per l’alto numero di denunce degli ultimi giorni. Secondo il governo servono quindi misure più stringenti e che tocchino più da vicino gli interessi di chi si sposta senza giustificato motivo, perché nei fatti il deterrente della denuncia penale non scoraggia tutti, nonostante le gravi conseguenze a cui espone un provvedimento del genere.

L’eventuale multa da 2mila euro e il sequestro dell’auto dovrebbe invece scoraggiare molte più persone.

I limiti della app che traccia le persone

La app installata sul dispositivo mobile per tracciare le persone ha efficacia se la persona da tracciare porta con sé il cellulare, ma se lo lascia in casa ed esce per portare il cane a passeggio o per farsi una passeggiata e scambiare due chiacchiere con chi incontra per strada, non ha alcuna efficacia.

Ad Hong Kong hanno deciso di applicare il braccialetto elettronico ai rientrati in patria che obbligatoriamente devono effettuare la quarantena di 14 giorni senza spostarsi da casa.

Controllo con i droni

Nella giornata di lunedì 23 marzo l'Enac ha autorizzato le forze di polizia locale dei Comuni italiani ad usare i droni, anche se non registrati nell'anagrafe nazionale per il controllo del territorio comunale.

I droni verranno impiegati come in Spagna e Francia per controllare il territorio e verificare dall'alto eventuali violazioni.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (20 marzo - 26 marzo) (101)

Correlati:

Coronavirus dimostra capacità strategiche dell'aereo da trasporto Y-20 dell'aviazione cinese
Coronavirus: dimesso Mattia, il paziente 1 di Codogno
Paura coronavirus, pensionata serba escogita modo originale per portare il cane a spasso - Video
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook