08:48 30 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Di
1261
Seguici su

Si è spento Rosario Alessandrello, ex Presidente di Tecnimont, della Maire Tecnimont e della Camera Commercio italo-russa. Testimonianze di quelli che erano al suo fianco.

Non mi ricordo quando l’ho conosciuto, anni fa. Sicuramente nel ruolo del Presidente della  Camera di Commercio italo-russa, che Rosario Alessandrello ha mantenuto per venti anni. Sono stati centinaia gli incontri e i convegni dove siamo stati a fianco come speaker o dove l’avevo ascoltato, parecchie interviste e soprattutto le conversazioni. Indimenticabili. Difficile incontrare una persona che conosceva la Russia (e amava, direi) più di lui.

Qualsiasi argomento toccavamo, aveva le risposte. Senza appunti, tutto nella testa, in qualsiasi momento. Ha aiutato tante aziende e tante persone a sviluppare un business in Russia (ok, era suo ruolo) e tante persone sono state contagiate dalla sua passione per questo Paese. 

Scrivo, e le lacrime scorrono sulle guance. Non mi ricordo quando l’ho conosciuto per la prima volta, ma mi ricordo la sua stretta di mano, l’abbraccio da amico. E mi ricordo ultima volta che l’ho visto, il 20 febbraio, ad un convegno a Milano. “Ci vediamo”, mi ha detto salutandomi. Era il giorno in cui è scoppiato il caso coronavirus in Italia, ma non sapevamo ancora.

Poi gli uffici sono stati chiusi, siamo stati blindati e non ci siamo visti più.

Addio Rosario, uomo saggio e passionale.

Raccolgo alcune testimonianze di suoi stretti collaboratori, che sono stati a suo fianco.  

Michele Brustia. Direttore 1C Italia:

Un grande uomo che lascia un grande buco nella comunità di persone che da lavora sull’asse Italia-Russia. Per molti anni è stato una guida assoluta per molti imprenditori in Russia ed è stato l’artefice di importanti accordi e progetti. Nei miei anni come segretario generale della Camera di Commercio italo-russa è stato per me un maestro ed una persona che porterò sempre nei miei pensieri. Terrò stretto a me tutti i suoi consigli e gli sarò sempre grato perché gran parte della mia carriera e anche merito suo. Una persona splendida che ha fatto tanto per molti imprenditori che grazie a lui hanno avuto successo in Russia ed è stato anche un punto di riferimento per le istituzioni di entrambi i Paesi.

Vincenzo Trani, presidente della Camera di Commercio Italo-Russa e presidente Mikro Kapital Group:

Ho conosciuto Rosario molti anni fa, mi ha senza dubbio colpito il suo essere italiano, appassionato del nostro paese, impegnato da sempre nello sviluppare l’Italia attraverso la cooperazione internazionale. 

Aveva lavorato in molti paesi del mondo ed in vari continenti ma della Russia ne era innamorato. Il suo amore, da siciliano, era un amore fedele. Nella buona e nella cattiva sorte, amava la Russia da sempre. Non si trattava di un amore interessato, il denaro non era una sua priorità. Era un amore che si basava sulle relazioni di stima, di fiducia. Un amore che si basava sulle capacità del popolo russo.

Durante i molti anni di cammino insieme, mi ha insegnato ad amare la Russia cosi come era, con i suoi lati positivi e negativi. Mi ha insegnato a difenderla quando era attaccata. Prima di ogni evento pubblico o conferenza che facevamo insieme, ci guardavamo negli occhi ed entrambi capivamo cosa dire. La reputazione della Russia era il valore più importante da difendere. Migliaia di interviste, articoli di giornale e trasmissioni televisive testimoniano il suo impegno quotidiano. Il suo impegno lo testimoniano anche gran parte degli impianti petrolchimici oggi operativi in Russia, da lui costruiti ed oggi eredità di questo amore. Da siciliano, non si apriva a tutti, è stato lunga l’attesa che ho dovuto fare nell’anticamera del suo cuore ma dopo molti anni mi ha aperto e mi ha dato tutto ciò che aveva.

Fui da lui presentato come unico candidato alla posizione di Presidente della Camera di Commercio Italo Russa lo scorso 3 giugno 2020, ero il suo delfino, quello su cui più di tutti aveva investito.

Continuo cosi il suo lavoro con il mio impegno quotidiano nella Camera, portando avanti quello che era la parte principale della sua vita.

Sputnik Italia riceve e pubblica il ricordo di Rosario Alessandrello firmato da Ernesto Ferlenghi, presidente di Confindustria Russia e co-presidente del Forum del Dialogo Italo-Russo della Società Civile:

Rosario Alessandrello è stato una figura chiave nella storia dei rapporti tra l’Italia e la Russia. Ha sostenuto le imprese italiane da oltre 60 anni e interpretato al meglio con tutta la sua energia, competenza e altruismo le collaborazioni tra Italia e Russia. Fin dai tempi della importanti commesse e imprese industriali degli anni ‘60 la tua figura e’ sempre stata tesa a creare quel rapporto di pariteticità con le controparti russe, modello che è oggi un modello. Ci mancherai caro Rosario, ci hai lasciato in un momento cosi critico per il nostro Paese quando avremmo avuto bisogno di te. Ciao.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook