05:07 31 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
91921
Seguici su

Il cdm ha approvato il decreto 'Cura Italia'. L'obiettivo è sostenere l'economia italiana e aiutare le famiglie e imprese.

Il Consiglio dei ministri ha appena approvato il decreto 'Cura Italia' con cui attiva le prime misure economiche per combattere l'emergenza economico-sanitaria innescata dal nuovo coronavirus.

La manovra 'Cura Italia' ha l'obiettivo di sostenere le imprese ferme, le famiglie rimaste senza lavoro, e dare una risposta immediata all'emergenza sanitaria.

Arriveranno bonus per le famiglie come il bonus baby sitter per chi ha figli e deve andare a lavorare e non sa a chi affidare i propri figli con le scuole blindate.

Conferenza stampa del Presidente Conte con i Ministri Gualtieri e Catalfo

Le parole di Conte

"Il governo è vicino alle imprese, i professionisti, le famiglie, alle donne e gli uomini, i giovani che stanno facendo enormi sacrifici per tutelare il bene più alto. Nessuno deve sentirsi abbandonato e questo decreto lo dimostra", sottolinea il primo ministro.

"Siamo stati i primi a mettere in campo 25 miliardi di euro a beneficio delle imprese e delle famiglie e attiviamo flussi complessivi per 350 miliardi. Una manovra economica poderosa", dice Conte.

"Stiamo offrendo una nostra risposta, anche sul terreno economico. Possiamo parlare di modello italiano non solo per la strategia di contrasto alla diffusione del virus, ma anche per quanto riguarda la strategia di politica economica".

"Dobbiamo fare tutto ciò che serve per aiutare i nostri cittadini", aggiunge.

"Decreto forte e deciso nelle misure, ma siamo consapevoli che questo decreto non basterà, ma il governo risponde presente".

E guardando al futuro afferma:

"Domani dovremo ricostruire un tessuto economico fortemente intaccato con un piano ingente che l’Italia non ha mai visto prima".

"Insieme ce la faremo".

Le parole di Gualtieri

Quello approvato oggi è un "primo intervento per quanto riguarda marzo, poi ad aprile interverremo con il Decreto aprile che probabilmente estenderà le misure di marzo" questo quanto riferito dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri durante la conferenza stampa.

Parole che lasciano intendere, da un lato che la crisi si protrarrà e dall'altro che i miliardi fino a ora stanziati sono solo per gestire questo mese.

"Abbiamo destinato 3,5 miliardi per il sistema sanitario e dell'emergenza che ci consentiranno di sostenere il lavoro eroico e straordinario che il sistema sanitario e gli altri operatori pubblici stanno svolgendo".

Gualtieri è poi andato via perché si tiene oggi uno speciale Eurogruppo dei ministri dell'economia dell'Ue, in cui si parlerà anche dell'emergenza nuovo coronavirus.

Le parole di Catalfo

Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo spiega più nel dettaglio quelle che sono le misure emergenziali che vengono messe in campo dal governo a sostegno di imprese, lavoratori e famiglie.

"10 miliardi di euro per i lavoratori e le famiglie italiane".

"Cassa in deroga anche per le imprese con un solo dipendente con oltre 3 miliardi di euro" di fondo stanziato.

"C’è poi il congedo parentale speciale fino a 15 euro che in alternativa può prevedere un bonus baby sitter con oltre 1,5 miliardi di euro", aggiunge il ministro Catalfo.

"Chi lavora nel personale sanitario avrà un bonus baby sitter speciale dedicato".

"Autonomi e professionisti hanno 3 miliardi di euro a tutela del periodo di inattività" causato dalla diffusione del nuovo coronavirus in Italia.

Ed ancora il decreto 'Cura Italia' prevede che siano "sospesi i contributi previdenziali", vi sarà anche un "ulteriore intervento sui licenziamenti, che verranno fermati per quanto riguarda quelli attuati dal 23 febbraio in poi".

"I lavoratori del settore privato che sono in quarantena verranno commutati in malattia ai fini figurativi", così da non perdere le settimane di fermo.

Per le scuole e gli alunni in arrivo "dispositivi tecnologici per gli studenti che seguono le lezioni da casa".

"Reddito di Cittadinanza, Naspi e altre forme di sostegno al reddito restano valide a maggior ragione in un momento come questo", dice il ministro Catalfo rispondendo a una domanda.
Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook