22:01 05 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
232
Seguici su

Papa Francesco dovrà rinunciare ai tradizionali riti della Settimana Santa. La Prefettura Pontifica ha detto no a tutte le celebrazioni liturgiche. Oggi l'Angelus in diretta streaming.

Niente celebrazioni liturgiche della Settimana Santa per papa Francesco, in una breve nota la Prefettura della Casa Pontificia ha fatto sapere, questa mattina 15 marzo, che “a motivo dell’attuale emergenza sanitaria internazionale”, le varie liturgie “si svolgeranno senza la presenza fisica dei fedeli”.

Non si svolgeranno, quindi, i tradizionali eventi liturgici che caratterizzano la Settimana Santa, come ad esempio la Via Crucis con papa Francesco ai Fori Imperiali.

La Prefettura della Casa Pontificia informa anche che “fino al 12 aprile p.v. le Udienze Generali del Santo Padre e le recite dell’Angelus saranno fruibili solamente in diretta streaming”, su YouTube e altri canali social della Santa Sede.

Papa Francesco continuerà a svolgere le sue attività liturgiche a porte chiuse, ma aperte al mondo attraverso i mezzi di comunicazione di massa, i quali mai come in questa occasione si stanno dimostrando preziosi per la continuità pastorale anche agli occhi di quei cattolici meno sensibili al ruolo fondamentale svolto dai mass media nella società contemporanea.

L’Angelus di papa Francesco verrà anche questa domenica trasmesso in diretta streaming, che potrete seguire qui sotto.

Video Angelus papa Francesco domenica 15 marzo

Qui di seguito la diretta streaming dal vivo dell’Angelus di papa Francesco della domenica 15 marzo.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Coronavirus, Angelus papa Francesco dell’8 marzo non si farà in piazza San Pietro
Coronavirus, “Andate dai malati” - Papa Francesco esorta i sacerdoti
Papa Francesco chiede di pregare per governanti e autorità contro il coronavirus
Tags:
Papa Francesco, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook