08:05 10 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
514
Seguici su

Un gatto era stato rinchiuso in una busta e gettato per la strada sul lungomare a Brindisi. Il micio, ritrovato da un carabiniere che transitava in quella zona, è stato salvato e nutrito. Scattata la denuncia per un 35enne del luogo per abbandono di animale.

Ieri un Carabiniere in servizio a Brindisi mentre camminava lungo la via del Mare ha notato per la strada, al centro della corsia di marcia, una busta blu, che apparentemente sembrava una semplice busta contenente spazzatura. Un passante che portava il suo cane a spasso, fermatosi anche lui, ha notato che la busta sembrava contenere un animale morto.

L'uomo, con le dovute cautele, ha aperto leggermente la busta per accertarsi del contenuto della busta e ha scorto gli occhi di un gatto bianco e nero che iniziava a muoversi. Il Carabiniere ha provveduto a liberare dalla busta l'animale, consentendogli di respirare e nel frattempo lo ha tolto dalla strada, riponendolo in un posto sicuro.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, il gatto, che non sembrava avere lesioni da investimento, veniva rifocillato con l’unica cosa che aveva in quel momento il Carabiniere: una bottiglietta di acqua. Il militare richiedeva l’intervento del personale veterinario del Servizio di Igiene Pubblica dell’Asl di Brindisi, che provvedeva a prendere in consegna l’animale.

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Centro, a conclusione dei successivi accertamenti, hanno identificato e denunciato una 35enne del luogo, con l'accusa di abbandono di animali. Gli agenti hanno accertato che la busta, con al suo interno il gatto, era stata gettata sul marciapiede ma evidentemente il gatto, nel tentativo di liberarsi, si era spostato sulla strada.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook