23:41 08 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
120
Seguici su

Per effetto degli assembramenti e dell'esodo della scorsa settimana, è verosimile che la situazione si aggravi al centro-sud, dove sin'ora i casi sono stati sporadici.

Continuano ad aumentare i contagi, ma l'andamento della diffusione del virus non ha ancora assunto una forma esponenziale, né ha toccato il suo picco. La ragione, a detta di alcuni scienziati, è da addurre agli atteggiamenti prudenziali di molti italiani, adottati da prima del lockdown del governo. Ma questo scenario potrebbe essere sconvolto nel weekend, quando è ragionevole attendersi gli effetti degli assembramenti e dell'esodo che ha preceduto il provvedimento di chiusura della regione Lombardia e delle altre 14 province del Nord Italia. 

A mettere in guardia sulla situazione esplosiva che rischia di vivere il Meridione è Silvio Brusaferro, presidente dell'Iss. 

"E' verosimile aspettarci casi in questo weekend, in parte come effetto dei comportamenti assunti lo scorso fine settimana - spiega Brusaferro - L'incubazione è tra 4 e 7 giorni: abbiamo visto folle assembrate al mare o in stazioni sciistiche o in mega aperitivi, luoghi dove probabilmente il virus ha circolato. Una parte di quelle persone nei prossimi giorni probabilmente mostrerà una sintomatologia. Speriamo di essere smentiti dai fatti".

Al momento l'epicentro del Covid-19 resta la Lombardia, registrando la stragrande maggioranza dei casi e dei decessi. Ma se nelle regioni del Nord il sistema sanitario continua a reggere, al Centro-Sud e nelle isole la situazione sarebbe aggravata dall'inferiore capacità della sanità pubblica, che registra un numero di gran lunga minore di posti letto non solo in terapia intensiva, ma anche in reparti come infettivologia e pneumologia. 

La regione Sicilia, ad esempio, ha allo stato attuale 346 posti letto attivi in TI, 252 in malattie infettive e 242 in pneumologia. Il piano regionale disposto dall'assessore Ruggero Razza prevede di rafforzare gli attuali posti disponibili. Al momento sono 130 i casi positivi sull'isola, con 44 ricoveri di cui 7 in rianimazione. Altre regioni, come la Calabria, vivono situazioni anche più drammatiche. 

La situazione in Italia

Secondo l'ultimo bollettino diramato ieri dal Commissario Straordinario, Angelo Borrelli, il numero dei malati è aumentato a 14.955, 2.116 rispetto a giovedì. Il numero dei decessi è aumentato a 250. In totale sono oltre 17.000 coloro che hanno contratto il virus, tra questi 1.493 sono guariti mentre 1.266 sono deceduti.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook