20:40 04 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
6012
Seguici su

Il Presidente della Commissione europea ha indirettamente risposto alla richiesta di aiuti da parte del Presidente Mattarella affermando la disponibilità dell'Unione europea ad aiutare in ogni modo possibile l'Italia durante l'emergenza.

Il Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ha affermato che l'Italia riceverà ogni aiuto disponibile per poter contrastare la diffusione del Coronavirus, rispondendo alla richiesta del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella su un aiuto da parte dell'Unione europea.

"Siamo pronti ad aiutare l'Italia con tutto quello di cui ha bisogno, in questo momento è colpita severamente dal virus, sosteniamo tutto quello di cui ha bisogno e tutto quello che chiederà. Il prossimo potrebbe essere un altro Stato membro. [...] Rassicuro gli Stati membri che noi a livello Ue stiamo offrendo massima flessibilità sugli aiuti di Stato, in questo momento le norme di aiuto di Stato flessibili consentono agli Stati membri di adottare misure rapide a beneficio delle imprese", afferma la Presidente durante la conferenza stampa organizzata per discutere dell'emergenza Covid-19.

"Alcuni controlli possono essere giustificati ma un divieto generale di viaggio non è considerato efficace dall'Oms e ha un impatto sociale ed economico notevole, oltre a sconvolgere la vita delle imprese e delle persone. Le misure adottate devono essere proporzionate" ha infine affermato la presidente von der Leyen.

Non solo Italia: che ogni stato faccia la sua parte​

Tra le comunicazioni della conferenza stampa, Von der Leyen ha lanciato un appello a ogni Stato membro, "che ogni Stato si assuma proprie responsabilità e che tutti gli Stati membri prendano misure per rallentare il contagio". Riguardo la fornitura di materiale sanitario come le mascherine " (il materiale, ndr) deve arrivare a chi ne ha bisogno" in Europa, chiarisce Von der Leyen, eliminando la possibilità che ci possano essere ostacoli sul trasporto e l'arrivo di materiale nelle zone bisognose. 

All'interno della conferenza si è poi confermato il fatto che verrà data massima flessibilità alle regole di bilancio per permettere agli stati di poter affrontare i costi dell'emergenza sanitaria, sospendendo di fatto il patto di stabilità. Per fronteggiare l'emergenza coronavirus verrà attivata la clausola anti-crisi del Regolamento 1466/97, che sospende di fatto gli aggiustamenti di bilancio in caso di contrazione severa del Pil.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook