19:59 26 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

L’epidemia del COVID-19 ha reso più complicata l’organizzazione delle gare sportive europee. La Uefa rinvia Inter e Getafe.

Il presidente del Getafe Angel Torres ha fatto sapere all’UEFA che la sua squadra non andrà a Milano, e le autorità della città di Siviglia non hanno autorizzato l’arrivo della Roma.

Il presidente del club spagnolo Getafe Angel Torres ha comunicato all’UEFA che la sua squadra non andrà a Milano, in quanto sia rischioso, nonostante sia possibile perdere la partita a tavolino.

"Non andremo a giocare a Milano", ha dichiarato Torres ai microfoni dell’emittente radiofonica spagnola Onda Cero. "Se dobbiamo perdere la qualificazione a tavolino, la perderemo a testa alta. Non sarò a correre neanche il minimo rischio. Abbiamo chiesto un'alternativa per non giocare a Milano. Ci buttiamo nel mezzo al focolaio, ci contagiamo e poi sarà necessario sospendere il campionato spagnolo: non ne abbiamo bisogno", ha detto Torres.

"La cosa più sensata a fare è posticipare la partita", ha concluso il presidente del Getafe.

Più tardi l'UEFA ha accolto il reclamo della società madrilena ed ha rinviato a data da destinarsi la sfida che era in programma domani a San Siro.

Un’altra partita che dovrebbe essere giocata su un campo diverso è quella tra il Siviglia e la Roma. La società Roma ha riferito che non andrà a giocare in Spagna.

"La Roma non andrà in Spagna per il match di Europa League contro il Siviglia a causa della mancata autorizzazione da parte delle autorità locali. Maggiori dettagli saranno resi noti dalla UEFA", ha reso noto il club gialloroso in un comunicato.

La Serie A è stata ufficialmente sospesa almeno fino al 3 aprile, mentre le gare delle coppe europee, in calendario questa settimana e la prossima, restano in calendario e si giocano a porte chiuse.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook