20:55 15 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
5314
Seguici su

In subbuglio ben 27 carceri in tutta Italia da Nord a Sud. I carcerati protestano per lo stop alle visite dei fammigliari, misura prevista contro diffusione Covid-19.

Non si placa la protesta nelle carceri italiane, anzi, la situazione si incendia sempre più e sono ora 27 gli istituti di pena che si sono uniti alla rivolta iniziata nel carcere di Salerno ed estesasi con un tam tam che fa pensare, in tutta Italia.

I casi più gravi a Modena e a Foggia.

Carcere di Modena

Nel primo, che ieri è stato completamente devastato, e per questo motivo dovrà restare chiuso per lungo tempo, ai 3 morti sul posto se ne sono aggiunti altri tre che nel frattempo erano stati spostati presso altre carceri.

Ma dal carcere di Modena sono usciti anche 4 detenuti ora in prognosi riservata. Non sono ben chiare tutte le dinamiche, ma dalle prime ricostruzioni i morti sono dovuti all’assunzione di farmaci presi durante l’assalto alla farmacia del carcere, altri invece all’intossicazione dei fumi generati da altri detenuti che sono riusciti a dare alle fiamme alle suppellettili e anche questo fa pensare.

Carcere di Foggia

A Foggia il carcere ha dimostrato di non avere la capacità di gestire le evasioni dei suoi detenuti, è stato così facile che ben in 50 sono riusciti a evadere, di questi 30 sono stati riacciuffati dalle forze dell’ordine.

Altri invece sono saliti a bordo di una autovettura rubata ad un meccanico, il quale è stato prima aggredito e poi derubato dell’autoveicolo.

Il carcere di Foggia detiene 250 persone.

Carcere di San Vittore

A San Vittore alcuni detenuti sono saliti sul tetto della struttura collocata all’interno delle mura circondariali dell’istituto di pena. Tutto il carcere è circondato da forze dell’ordine.

Guardie del penitenziario e sanitari feriti

Anche le guardie del penitenziario hanno subito danni, con alcuni agenti ricorsi alle cure mediche ma per fortuna nessuno di loro è in condizioni serie.

Anche i sanitari accorsi per prestare aiuto sanitario ai carcerati sono rimasti feriti dalla furia cieca e senza controllo. Tutti hanno riportato ferite lievi.

Carcere di Pavia

A Pavia due guardie del penitenziario sono state sequestrate e prese le chiavi, i detenuti hanno aperto le celle. Qui sono state devastate alcune strutture interne e detenuti sono saliti sui tetti.

Interviene il ministro Bonafede

Interviene il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che ai carcerati manda a dire che con le proteste non otterranno alcun risultato.

Inoltre ha aggiunto che è dovere del sistema giudiziario tutelare la salute del personale e dei detenuti.

“Manterremo un dialogo costante, nei dipartimenti di competenza sono attive task force e si assicura la costante informazione all'interno delle strutture per la popolazione detenute e i lavoratori”.

Capriccioli: Le condizioni delle nostre carceri sono condizioni insostenibili

"Sta succedendo quello che in tempo di pace si direbbe 'nessuno vuole vedere', cioè che le condizioni delle nostre carceri sono condizioni insostenibili e che quindi quando arriva la goccia del coronavirus che fa traboccare il vaso, il vaso trabocca. Il personale è insufficiente tutto l’anno, non solo quando c’è il coronavirus. Noi come radicali lo stiamo dicendo da giorni", ha detto il consigliere della Regione Lazio in quota Radicali, Alessandro Capriccioli.

"Oggi sarebbe il caso di aumentare tutti i contatti con l’esterno attraverso mezzi tecnologici diversi dalle visite, dall’altro sarebbe il caso di fornire le carceri di strumenti di triage, e poi provvedimenti intelligenti che in questo momento possano ridurre la pressione all’interno degli istituti", ha aggiunto lui.

"E’ chiaro che se noi già da domani mattina avessimo 8mila persone in meno nelle carceri italiane sicuramente sarebbe una situazione che si alleggerisce. Sono 8mila persone che devono scontare dai 2 ai 3 mesi, quindi persone che tutto sommato potrebbero accedere ad una moratoria in modo molto semplice. L’hanno fatto in Iran, non c’è bisogno di arrivare nella moderna scandinavia per vedere questi provvedimenti", ha concluso. 

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

In Siria sono oltre 11mila i terroristi detenuti nelle carceri delle Forze Democratiche
Tesco sospende fornitore cinese, prodotti derivati da lavoro forzato di carcerati
Coronavirus mette in subbuglio carceri italiane: morti a Modena, agenti sequestrati
Tags:
Carcere, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook