01:10 09 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
430
Seguici su

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli durante la conferenza stampa di domenica ha diffuso gli ultimi dati accertati sull'emergenza coronavirus in Italia.

Il numero dei casi totali accertati così sale a 7.375.

Prima di prendere la parola per la tradizionale conferenza stampa sugli aggiornamenti della situazione relativa al coronavirus in Italia è stato chiarito che il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli non avrebbe risposto alle domande e osservazioni sul Dpcm varato ieri dal premier Conte, in cui di fatto viene messa in quarantena la Lombardia, la regione più colpita, ed alcune province del nord.

Come al solito Borrelli ha esordito comunicando il dato positivo dei guariti, saliti di 33 unità nell'ultimo giorno, raggiungendo così complessivamente 622.

Il numero di nuovi decessi è di 133, portando così il totale delle vittime del coronavirus in Italia a 366. In Lombardia il dato più pesante sul fronte delle vittime, con 113, seguito da Emilia-Romagna con 8, 5 nel Veneto, 2 rispettivamente in Liguria e nel Lazio ed 1 tra Marche, Friuli Venezia-Giulia e Puglia. 

Per classi d'età il numero di decessi registrati nella giornata di oggi è così distribuito:

  • 40-49 anni -> 1
  • 50-59 anni -> 1
  • 60-69 anni -> 14
  • 70-79 anni -> 39
  • 80-89 anni -> 60
  • oltre 90 anni -> 18

Il numero di pazienti positivi ad oggi incrementa di 1326 unità, raggiungendo così 6.387. Tra questi 2180 si trovano in isolamento domiciliare, 3.557 sono ricoverati con sintomi, mentre gli altri 650 si trovano in terapia intensiva e sub-intensiva.

Dopo aver reso noti i numeri, Borrelli ha comunicato che sono stati chiusi dei contratti con delle aziende fornitrici di mascherine chirurgiche, cosa che a partire dal 12 marzo permetterà alla Protezione Civile di potenziare la distribuzione nelle zone dove è forte la richiesta con 22 milioni di nuove unità. Allo stesso tempo prosegue l'individuazione di un fornitore in grado di garantire giornalmente la consegna di 1 milione di mascherine.

Inoltre Borrelli ha comunicato che è stato siglato un accordo con una "ditta nazionale", che ha già consegnato 320 respiratori che già domani mattina saranno portati nelle strutture ospedaliere che ne hanno bisogno di Emilia-Romagna (174 unità), Lombardia (96 unità) e Piemonte (50 unità).

Relativamente alle criticità affrontate dagli ospedali, specie nella regione Lombardia per i posti in terapia intensiva, Borrelli ha comunicato che sono in corso i trasferimenti di 13 pazienti ricoverati negli ospedali delle regioni limitrofe di Piemonte, Veneto, Liguria e Friuli Venezia-Giulia.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Italia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook