05:06 31 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
130
Seguici su

Stop ai rientri in Regione Siciliana e Regione Campania, emanate le ordinanze regionali dai rispettivi governatori, che impongono la quarantena fiduciaria di 14 giorni a chi rientra dalle aree di contagio.

Regione Siciliana e Regione Campania emanano una ordinanza riferita a tutti coloro i quali decideranno di rientrare nelle rispettive regioni, con provenienza Lombardia e dalle provincie oggetto del Dpcm firmato la scorsa notte dal premier Conte.

La stretta si è resa necessaria dopo che tra la gente si è diffuso il panico e molti meridionali si sono precipitati agli autobus e ai treni per tornare a casa, inconsapevoli del fatto che potrebbero essere portatori ignari del Covid-19.

Le ordinanze, a firma dei rispettivi governatori delle due regioni sono differenti nella forma, ma nella sostanza dicono al stessa cosa: chi torna in regione dovrà trascorrere 14 giorni in isolamento e rischia di far trascorrere anche alla propria famiglia i 14 giorni di isolamento.

Anche la governatrice della Regione Calabria Jole Santelli aveva lanciato il suo appello e una ordinanza simile.

Regione Siciliana

“Chi sbarca in Sicilia, con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord, ha il dovere di informare il medico di base e porsi in autoisolamento”.

Questo quanto scrive la Regione Siciliana sul proprio profilo Facebook e facendo riferimento all’ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. L’ordinanza è in fase di notifica ai 9 prefetti della regione e ai 390 sindaci dell’Isola.

“Se tutti manteniamo la calma e il senso di responsabilità, riusciremo a gestire e superare anche questo particolare momento. Noi siciliani abbiamo affrontato ben altre calamità e non ci arrendiamo. Ma ognuno faccia la propria parte”, ha esortato Musumeci dal suo isolamento domiciliare dove si trova da ieri per precauzione dopo il contatto avuto mercoledì a Roma con il collega Zingaretti.

Regione Campania

La Regione Campania con Vincenzo De Luca fa lo stesso e impone a chi rientra dalle zone interessate dal Dpcm, a partire dal 7 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020, di “comunicare tale circostanza al Comune e al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente”.

La permanenza domiciliare deve durare 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali, di spostamenti e viaggi.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Coronavirus, chi far morire
Cgia Mestre bacchetta Governo: per Reddito e Quota 100 più fondi che per Coronavirus
Intesa Sanpaolo mette 100 milioni per emergenza Coronavirus, 5 mld per famiglie e imprese
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook