01:24 08 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
0 31
Seguici su

La reazione di Regioni e Comuni al Dpcm emanato la scorsa notte dal premier Conte, non trova tutti d'accordo, ma solleva obiezioni e perplessità.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è assunto una responsabilità politica senza precedenti la scorsa notte, firmando il Dpcm che, di fatto, riduce la mobilità delle persone e le attività economiche di ben 14 province del Nord Italia. Un decreto preceduto da fughe di notizie che aveva scatenato il panico tra le persone.

A farsi sentire ora sono le Regioni e i Comuni interessati dal provvedimento che avrà effetto fino al 3 di aprile.

Il no del Veneto

La Regione Veneto si è detta contraria nei suoi pareri inviati al Governo prima che il Dpcm fosse firmato nella versione definitiva da Conte. Il Veneto aveva chiesto l’esclusione delle province di Venezia, Treviso e Padova dalla misura, perché ritengono che i cluster di contagio siano circoscritti e che non riguardino l’intera popolazione di quelle aree.

“Misura che appare scientificamente sproporzionata all'andamento epidemiologico” per il Veneto, riporta l’Ansa.

Rimini si adegua

La provincia di Rimini considera “severe” ma “giustificate” le misure prese dal governo, ed ora verrà organizzato il da farsi per fermare il contagio.

Il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi invita alla calma, a non intasare le linee telefoniche dei sindaci per chiedere informazioni: “Chiariremo tutto. Abbiamo bisogno di confrontarci un attimo ed essere certi di ciò che diciamo, dicendo tutti la stessa cosa”.

Queste le sue parole e conclude il suo post Facebook con quella che è la sua priorità:

“La priorità su tutto è fermare il contagio e garantire la salute pubblica”.

Asti in attesa di avere chiarimenti

Il sindaco di Asti Maurizio Rasero via Facebook si mostra dubbioso e spera che non si verifichino casi di mille interpretazioni del nuovo Dpcm.

“Nelle prossime ore verrà spiegato il DPCM che deve ancora essere pubblicato ma che è stato annunciato ufficialmente poco fa in conferenza stampa. Mi immagino già centinaia di casi differenti con altrettante domande da parte vostra. Speriamo ci sia una chiara interpretazione di tutto. Ad ora non ci è stato spiegato il motivo di questa scelta”.

Ok del sindaco di Novara

Per il sindaco di Novara Alessandro Canelli la decisione presa dal Governo è giusta anche per la sua provincia, perché scrive:

“Non era pensabile che la nostra provincia, a ridosso della Lombardia e con un via vai di novaresi verso Milano ogni giorno potesse non essere inclusa tra le zone rosse”.
Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Coronavirus, positivo partecipante ad una conferenza con Trump e Pence
Coronavirus, chi far morire
Cgia Mestre bacchetta Governo: per Reddito e Quota 100 più fondi che per Coronavirus
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook