17:58 12 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
0 80
Seguici su

Dopo un litigio per motivi stradali, l'uomo aveva spinto un'auto che trasportava un'intera famiglia di quattro persone, rischiando di farla precipitare da un viadotto.

Un uomo di 50 anni è stato condannato dal Tribunale di Firenze, a sei anni e sei mesi di reclusione per aver speronato e tamponato più volte un'auto che trasportava un'intera famiglia, composta da padre, madre e figli di 13 e 16 anni, rischiando di farli precipitare da un viadotto di diversi metri di altezza. 

Il movente sarebbe una vendetta per un litigio in strada. L'accusa, per cui il pm Sandro Cutrignelli aveva chiesto una condanna a 16 anni, è quella di tentato omicidio volontario

Secondo le ricostruzioni l'indagato avrebbe investito intenzionalmente l'altra auto, in seguito a un diverbio fra automobilisti avvenuto per un sorpasso il 25 luglio 2017. Il 50enne avrebbe superato in maniera imprudente l'auto con la famiglia a bordo, costringendola a una brusca manovra.

Il padre, che era alla guida, avrebbe poi superato a sua volta richiamando l'altro automobilista che, come risposta, avrebbe iniziato a speronare volontariamente la Renault su cui viaggiava la famiglia, con l'intento di farla precipitare da un viadotto. Non riuscendovi, li avrebbe in seguito tamponati, per farli finire fuoristrada.

L'accusato è stato condannato per tentate lesioni volontarie dal giudice, che ha poi disposto il risarcimento nei confronti della famiglia, costituitasi parte civile, per una somma di 32 mila euro. 

 

Tags:
Firenze, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook