10:51 03 Aprile 2020
Italia

Femminicidi, 8 donne su 10 conoscevano il proprio assassino

Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Il 54% delle vittime è stata uccisa dal partner o dall'ex. E' quanto rivela il rapporto Istat sugli omicidi commessi nel 2018 in Italia.

Sono 133 le donne uccise nel 2018 nel nostro Paese. L'80%, cioè 8 su 10, conoscevano il loro assassino. Per oltre la metà delle vittime, il 54%, il killer è il partner (64 donne uccise) o l'ex (10). Il 24,8% sono vittime di un parente e solo nel 12,5% dei casi, di uno sconosciuto. I femminicidi rimasti senza un colpevole sono il 6.8%.

Il quadro si inverte quando la vittima è un uomo. Solo il 29,2% delle vittime di sesso maschile è ucciso da un conoscente, solo il 2,4% è stato ucciso dalla propria partner, il 16% da un parente, il 10,8% da un conoscente, mentre nessuno è stato ucciso dalla propria ex. 

L'incidenza degli omicidi di donne all'interno della sfera domestica impedisce l'efficacia delle misure di contrasto al crimine in questo ambito. Ad esempio le misure di sicurezza e di lotta alla criminalità organizzata, che hanno favorito una contrazione degli omicidi di uomini, non hanno alcuna incidenza sui crimini perpetrati nei confronti di donne, all'interno di ambienti familiari.  

Nel 2018, rispetto all'anno precedente, diminuiscono dal 40% al 39,5% le vittime di femminicidio di nazionalità straniera, mentre subisce un brusco aumento, dal 30% al 38,6%, il numero delle donne uccise di nazionalità italiana.

Il femminicidio per mano del partner o dell'ex è un fenomeno più frequente nelle regioni del Nord, con picchi a Bolzano e in Friuli Venezia Giulia, mentre il rischio è minimo al Centro (0,17%). 

Tags:
8 marzo, Violenza, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook