05:07 31 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
519
Seguici su

Intervistato a Radio Capital, Matteo Renzi mette in questione l'autonomia regionale. "L'emergenza è molto seria, la zona rossa economica è tutta l'Italia", osserva il leader di Iv.

"L'emergenza è legata al fatto che il virus è molto contagioso, non per la mortalità. Io non sono il premier ma ci deve essere una catena in cui tutti i giorni il messaggio deve essere chiaro. Su questa parte, alla fine dell'emergenza, dovremo ragionare". Lo ha detto Matteo Renzi intervistato a Circo Massimo, la trasmissione di Massimo Giannini e Oscar Fulvio Giannino su Radio Capital.

Il caos delle autonomie

Nella gestione dell'emergenza da coronavirus è necessaria, secondo l'ex premier, una centralizzazione dei poteri, anche temporanea.

"Per esempio: ha senso continuare con questa autonomia delle Regioni? Secondo me, ci vuole uno che comandi", osserva Renzi. "Sul Titolo V il caos ha vinto - prosegue - Serve una clausola di supremazia in cui, in caso di emergenza, serve uno che comanda".

Le misure del governo

Matteo Renzi si è detto soddisfatto delle misure adottate dal governo per fronteggiare la crisi, i 3,4 miliardi di euro stanziati dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri. 

"Queste sono crisi a V: si va giù in modo rapido e con la stessa velocità si torna su. Intanto, però, le aziende muoiono. Qui entra in campo il valore dell'Europa, è un altro modo per dare liquidità". 

L'emergenza è seria e se "ci sarà bisogno di altri denari - prosegue Renzi - si faccia una strategia degna di questo nome".  "Dal punto di vista del turismo, c'è una situazione peggiore dell'11 Settembre. La zona rossa economica è tutta Italia". 

Il ruolo dell'Europa

Se queste misure non dovessero bastare ci sarà bisogno di far scendere in campo l'Europa. Del resto l'epidemia e le sue conseguenze economiche non potranno essere delimitate all'Italia, ma si ripercuoteranno sugli altri paesi europei, Germania in testa. 

"Non solo l'Italia, ma anche l'Europa avrà un problema nei prossimi mesi causato dall'epidemia coronavirus". "Il virus - ha spiegato - intensificherà il rallentamento dell'economia, e questo riguarderà soprattutto la Germania che nei prossimi mesi dovrà fare in conti con una contrazione dell'export verso la Cina".

"Per questa ragione, sei provvedimenti non fossero sufficienti, "ci sarà bisogno anche di riflettere sulle strategie europee". "Non credo - prosegue - che si arriverà a cambiare le regole, ma le politiche Ue dei prossimi 12-18 mesi dovranno dare indicazioni economiche diverse".

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook