13:45 31 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
14523
Seguici su

Il governatore della Regione Veneto Luca Zaia con la sua infelice battuta sui topi vivi mangiati dai cinesi ha creato un incidente diplomatico, che secondo Vito Crimi potrebbe creare danni per miliardi.

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia parla delle usanze cinesi durante una intervista televisiva rilasciata alla TV locale Antenna 3-Nord Est. Il governatore mette a confronto l’igiene degli italiani con quella dei cinesi lasciando intendere che gli italiani sono più puliti dei cinesi perché ci facciamo la doccia, ci laviamo spesso le mani e abbiamo un “regime di pulizia personale particolare”. Come dire, per Zaia i cinesi sono poco attenti all’igiene personale.

Ma la frase che ha fatto andare su tutte le furie l’Ambasciata cinese in Italia è quella che ha riguardato l’alimentazione dei cinesi in Cina:

“La Cina ha pagato un grande conto di questa epidemia perché comunque li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi o questo genere di cose”.

La reazione dell’Ambasciata cinese in Italia

Questa mattina è intervenuto un portavoce dell’Ambasciata cinese in Italia pubblicando sul sito dell’Ambasciata un breve comunicato per esprimere la posizione del governo cinese nei confronti delle parole di Zaia:

“In un momento cruciale come questo, in cui Cina e Italia si trovano fianco a fianco ad affrontare l'epidemia, un politico italiano non ha risparmiato calunnie sul popolo cinese. Si tratta di offese gratuite che ci lasciano basiti.

Ci consola il fatto che moltissimi amici italiani non sono d'accordo con tali affermazioni e, anzi, le criticano fermamente. Siamo convinti che le parole di un singolo politico non rappresentino assolutamente il sentire comune del popolo italiano, un popolo civile e nostro amico.

Il nuovo coronavirus è un nemico comune, che richiede una risposta comune. In un momento così difficile, è necessario mettere da parte superbia e pregiudizi, e rafforzare la comprensione e la cooperazione al fine di tutelare la sicurezza e la salute comune dell'umanità intera”.

Le scuse di Zaia

Zaia in un secondo momento ha provato a fare marcia indietro scusandosi per la frase uscita male e si è scusato con i cinesi se si sono sentiti offesi.

Tuttavia non ha smentito il fatto che i cinesi abbiano una alimentazione diversa dalla nostra: “sono usanze loro che io non discuto”.

Poi ha ricordato che proprio lui ha inaugurato personalmente il primo ristorante cinese nel trevigiano.

Le parole di Zaia possono creare danni economici

Secondo Vito Crimi, reggente del M5s, le parole del governatore Luca Zaia possono creare miliardi di danni al nostro Paese.

Ma Crimi se la prende anche con il governatore Fontana che in diretta Facebook indossa la mascherina. E poi se la prende con il governatore della Regione Siciliana Nello Musumeci che ha detto che sarebbe il caso se i turisti provenienti dal Nord non arrivassero nella sua regione.

Utile far notare che tutti questi governatori sono espressione del centrodestra e nessuno della coalizione di governo giallorossa.

Video, Zaia risponde alle polemiche di Crimi
Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Autonomia, consigliere di Zaia: Conte si dimentica le richieste del Veneto
Zaia chiude le Università del Veneto per combattere il nuovo coronavirus
Zaia, sospeso il Carnevale di Venezia, chiuse le scuole fino all’1 marzo in Veneto
Tags:
Luca Zaia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook