20:50 05 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
172
Seguici su

Mentre siamo molto preoccupati del nuovo coronavirus Sars-CoV-2, ci dimentichiamo che i virus influenzali continuano a mietere le loro vittime qui in Italia. Un confronto tra vecchi e nuovi virus.

Secondo i dati più recenti sulla diffusione dei virus influenzali in Italia, continuano a essere presenti i virus di tipo A come A(H3N2) nel 54% dei casi, A(H1N1)pdm09 nel 39% dei casi.

Mentre siamo molto preoccupati del nuovo coronavirus, fino ad essere arrivati alla sigillatura di paesi in cui vivono oltre 50mila nostri connazionali, il virus della suina A(H1N1)pdm09 resta il maggior responsabile dei casi gravi di influenza di questa stagione 2019/2020: 52%.

Al momento, riporta EpiCentro, il portate dell’epidemiologia per la sanità pubblica dell’Istituto superiore di sanità, abbiamo 157 casi gravi di influenza tra cui i decessi sono 30.

Confronto tra influenza e Nuovo coronavirus Sars-CoV-2 in Italia

In Italia abbiamo 821 casi di nuovo coronavirus Sars-CoV-2, di cui 21 sono decedute e 46 persone sono guarite.

Come si può notare dal confronto, i dati dei casi gravi dovuti a virus influenzali che circolano in questa stagione sono in linea con la nuova malattia Covid-19.

Ancor di più, i dati dell’Istituto superiore di sanità ci dicono che dal 14 ottobre 2019 (data di inizio della sorveglianza sanitaria per la stagione influenzale 2019/2020), sono stati ben 5.632.000 gli italiani a letto con “sindrome simil-influenzale”. Da un punto di vista geografico, sono state particolarmente colpite le regioni del Centro Italia.

Sars-CoV-2 sarà assimilato agli altri virus influenzali

Ciò che ha ingenerato una maggiore attenzione nei confronti del virus Sars-CoV-2, è il fatto che non lo conoscevamo prima e non ne conoscevamo quindi la virulenza e il comportamento nel corpo umano. Ora sappiamo che si comporta come gli altri virus influenzali ed anzi è anche a bassa mortalità.

Attendiamo l’arrivo di un vaccino il quale consentirà alle persone con condizioni sanitarie precarie e donne in stato di gravidanza, di potersi vaccinare durante il normale ciclo di vaccinazione contro le influenze stagionali.

Perché sarà proprio così che verrà considerato Sars-CoV-2 quando avremo il vaccino e l’attenzione mediatica attuale sarà scemata: uno dei tanti virus influenzali stagionali e non farà paura più a nessuno.

I morti per influenza nel 2017

Gli ultimi dati disponibili sulle morti causate dall'influenza risalgono al 2017, questo perché l'Istat ha bisogno di 2 anni per analizzare i certificati di morte e classificare ciascuno in base alla causa di morte.

Ebbene nel 2017 sono morte per influenza 663 persone (dati: Istat.it, 'Mortalità per territorio di evento').

In un precedente articolo avevamo messo a confronto le morti per polmonite in Italia causate da altri virus, con il nuovo Sars-Cov-2.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Coronavirus, una nuova vittima a Milano. Intanto la regione smentisce il decesso a Brescia
Coronavirus, si estende l'epidemia in Germania: nuovo focolaio in Nordreno-Westfalia
Coronavirus: 3 nuove vittime in Lombardia, bilancio dei contagiati sale a 650
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook