23:35 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
0 12
Seguici su

Nuova conferenza stampa in Regione Lombardia per informare i cittadini sulla situazione. La Lombardia divisa in due zone: zona rossa e zona gialla. Secondo morto in regione è una donna.

Il presidente della Regione Lombardia Fontana durante la conferenza stampa a Palazzo Lombardia ha parlato della divisione della regione in due zone: Zona rossa e zona gialla.

C'è un terzo morto in Italia per il nuovo coronavirus a Crema, è una signora che aveva precedenti problemi sanitari. Si tratta quindi del secondo decesso da Covid-19 in Lombardia.

La zona rossa in Lombardia

"Una zona rossa con un provvedimento della Presidenza del consiglio (DPCM, decreto del presidente del consiglio dei ministri) che prevede l’impedimento di ingresso ed uscita da quella zona. Gran parte di quelli contagiati hanno infatti avuto rapporti con quella zona".

Ovvero Fontana si riferisce all'area di Codogno e paesi limitrofi. Per questi "alle 19:00 ci sarà una teleconferenza con tutti i sindaci per spiegare tutta l’ordinanza che sto per firmare", ha proseguito il governatore Fontana.

Per il resto della Regione entreranno in vigore altri divieti che riguardano gli eventi, i locali e le discoteche chiuse. Disposta chiusura delle scuole di tutta la Regione e fa riferimento alla zona gialla.

Per chi è della zona rossa ci sarà un numero dedicato a loro: 800894545. Lo potranno chiamare per ricevere ogni forma di assistenza loro necessaria.

L'assessore Gallera informa i cittadini della zona rossa che per loro "l’ospedale di Codogno è aperto", inoltre, "già da domani potranno fruire dei servizi ambulatoriali".

Le persone della zona rossa saranno assistite dalla protezione civile e dalle forze dell'ordine.

Le altre disposizioni

L'assessore Gallera ha anche elencato le varie disposizioni che entreranno in vigore dalle ore 18:00 di oggi e che ridurranno i contatti sociali "per un limitato periodo di tempo. Inizialmente per 7 giorni ma prolungabile per 14 giorni".

In particolare si vuole evitare l’assembramento delle persone. "Questo è l’obiettivo".

E sottolinea Gallera che:

"Non siamo in una situazione di pandemia ma è bene evitare le situazioni di assembramento per 7 giorni di qualsiasi natura (pubblico, privato e religiosi)".

Sono per questo motivo sospese: mostre, musei, concorsi, viaggi all’estero.

La situazione dei contagiati in Lombardia

Per quanto riguarda i contagiati in Lombardia, l'assessore Gallera ha riferito che su "800 tamponi processati, individuati 112 soggetti positivi con una media del 12%" di positività.

Delle 112 persone, 17 sono in terapia intensiva, 53 sul totale sono ricoverate in ospedale.

Le attività in via precauzionale

"Stiamo ampliando le terapie intensive degli ospedali in via precauzionale", ha detto Gallera, che ha poi ricordato che "i servizi pubblici continuano, i servizi pubblici sanitari sono attivi".

"L'Istituto Superiore di Sanità ci sta supportando", ha concluso.
Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook