04:56 31 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
236
Seguici su

L'uomo è stato trasferito al Sacco di Milano, attrezzato per ricevere i contagiati da Covid-19, dopo l'iniziale ricovero all'ospedale di Melegnano. E' il secondo caso nel milanese dopo il 78enne di Sesto San Giovanni ricoverato all’ospedale San Raffaele del capoluogo lombardo.

Peggiora la situazione in provincia di Milano relativamente alla diffusione del coronavirus: dopo il 78enne di Sesto San Giovanni ricoverato all'ospedale San Raffaele e risultato positivo al Covid-19, la positività al coronavirus è stata riscontrata in un abitante di Mediglia, centro alle porte di Milano sud, riporta l'Ansa.

“Un cittadino residente a Mediglia è risultato positivo al test del Coronavirus. Si tratta del secondo caso in provincia di Milano, il 47esimo in Lombardia”, ha dichiarato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.

L'uomo era ricoverato all'ospedale di Melegnano, ma ora è già stato trasferito al Sacco, centro di riferimento per l'emergenza Coronavirus in Lombardia secondo le disposizioni delle autorità locali e nazionali. Da notare che a Mediglia, non lontana dalla provincia di Lodi, il sindaco aveva disposto l'annullamento degli eventi aggregativi per l'emergenza nei centri vicini.

Governo lavora su decreto con misure speciali 

ll CdM riunito in questi momenti sta lavorando ad un decreto legge, contenente diverse misure speciali per contenere la diffusione del temutissimo coronavirus.

Secondo le fonti dell'Ansa, le misure che si stanno discutendo all'interno del governo interessano vari aspetti: dalla chiusura delle scuole alla sospensione di manifestazioni e attività lavorative, fino alla possibilità di utilizzare forze di polizia e militari per far rispettare le prescrizioni qualora le condizioni lo richiedessero. Proprio su quest'ultimo punto verte ancora la discussione. 

Beppe Sala: no allarmismo

"Stiamo seguendo questa crisi sanitaria con responsabilità, non sottovalutiamo niente, ma non vogliamo neppure fomentare allarmismi", ha assicurato il Sindaco di Milano Beppe Sala su fb.

Viceministro Salute: il "paziente zero" non ha mai avuto il virus

In precedenza è stato confermato che il presunto "paziente zero" non ha mai avuto il coronavirus.

"Non ha sviluppato gli anticorpi, non è lui. Va cercato. E questo cambia tutto il quadro", ha setto il viceministro della Salute Pierpaolo  Sileri. 

Pertanto la persona ritenuta il "paziente zero" rientrato dalla Cina, amico del 38enne di Codogno primo contagiato in Italia col coronavirus, non ha mai contratto il coronavirus Covid-19.

Preoccupazione di Mattarella

"Il Ministero della Salute e le Regioni con territori in cui sono presenti casi di contagio stanno operando con tempestività e hanno approntato i protocolli necessari ad affrontare l’emergenza, potendo contare su un sistema sanitario in grado di reagire con efficacia", ha assicurato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

"Desidero esprimere riconoscenza ai medici, al personale sanitario, ai ricercatori, alle donne e agli uomini della Protezione civile e delle Forze armate, a quanti in questi giorni si stanno impegnando – con abnegazione e generosità - per fronteggiare e arginare il rischio di diffusione del coronavirus", ha aggiunto lui.

Il capo dello Stato è sicuro "che senso di responsabilità e unità di impegno assicurino la migliore e più efficace risposta a tutela della salute dei nostri concittadini".

 

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Coronavirus, Italia, Milano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook