04:39 31 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
0 19
Seguici su

L'assesore regionale alla Sanità di Lombardia Giulio Gallera ha annunciato che ci sono 6 casi di contagio da coronavirus in Lombardia.

Terminata da poco la conferenza stampa in Regione Lombardia sui casi di Covid19 in provincia di Lodi. I casi di nuovo coronavirus sono saliti a 6: "I tamponi hanno portato a 6 casi di coronavirus". Lo riferisce l'Assessore alla Sanità della Regione Lombardia Gallera durante la conferenza stampa.

Al momento non si conoscono con precisione i legami dei nuovi tre casi (in tutto quindi 6) con il paziente zero, il paziente uno (il 38enne) e la moglie di quest'ultimo che è incinta.

"Sono 3 persone con quadro clinico di polmonite presentatesi all’ospedale di Codogno. Stiamo cercando di capire se ci sono stati contatti con uno dei casi noti", ha detto Gramegna.

"In meno di 24 ore abbiamo attivato il dispositivo di sicurezza sanitaria. Invitiamo alla calma e alla tranquillità la popolazione", questo l'invito rivolto ai cittadini.

Ministro Speranza in Lombardia

Nel pomeriggio il ministro della Sanità Roberto Speranza giungerà in Lombardia con il Capo della Protezione civile Angelo Borrelli per fare il punto della situazione.

Intanto è stata istituita la cabina di regia da ieri notte venerdì 21 febbraio alle ore 1 in Regione Lombardia per coordinare l'emergenza, ha riferito l'assessore Gallera.

Ricostruita la vicenda sanitaria del 38enne

L'assessore Gallera ha ricostruito tutta la vicenda sanitaria del 38enne di Castiglione d’Adda (Lodi).

"I primi sintomi il giorno 15. Giunto al pronto soccorso il 18 e rimandato a casa. Dopo alcune ore è tornato ed è stato ricoverato. La situazione è degenerata in poche ore. A quel punto dietro insistenza dei medici, quando il marito era ormai in prognosi riservata, la moglie si è ricordata che il marito aveva avuto un incontro con un amico rientrato dalla Cina a inizio mese".

L'invito alle popolazioni dei paesi dell'area

Ribadito l'invito da parte dell'Assessore Gallera rivolto alla popolazioni di Codogno, Casalpusterlengo e Castiglione d’Adda a restare in casa in via prudenziale.

Come si procede ora in Lombardia

I contatti diretti verranno messi in quarantena obbligatoria a casa o in struttura sanitaria che verrà individuata con il Prefetto. Struttura che dovrà avere stanze singole e bagni singoli che va individuata e non sarà un ospedale. Lo ha riferito l'assessore Gallera durante la conferenza stampa svoltasi in Regione Lombardia.

Alle persone dei paesi coinvolti chiediamo di rimanere al proprio domicilio.

"Se persone che sono state in contatto con i soggetti hanno sintomi influenzali, devono chiamare il 112 e noi invieremo una delle 4 squadre già sul campo. Il pronto soccorso di Codogno è chiuso in via precauzionale".

L'Assessore Foroni della Protezione Civile ha spiegato quello che si sta facendo ora per individuare i luoghi dove le persone entrate in contatto con i soggetti infettati dovranno trascorrere la quarantena obbligatoria.

"La sala operativa delle protezione Civile Lombardia è attiva e lo resterà per tutto il tempo dell’emergenza. La Protezione civile giocherà il suo ruolo di supporto all’intervento sanitario", ha detto Foroni.

"Stiamo verificando strutture civili e militari o ex militari per la quarantena. Ho avuto un contatto con il ministro della Difesa Guerini per individuare anche ex caserme dove ospitare le persone che dovranno essere messe in quarantena", ha detto ancora Foroni durante la conferenza stampa.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook