20:55 08 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
205
Seguici su

Ricoverato in gravi condizioni il 38enne di Codogno trovato positivo al test sul nuovo coronavirus Covid19. Scattato il protocollo sanitario nazionale, verrà trasferito al Sacco di Milano.

I sanitari dell’Ospedale di Codogno in provincia di Lodi hanno fatto sapere che il 38enne risultato positivo al nuovo coronavirus covid19 è molto grave e ricoverato in terapia intensiva con insufficienza respiratoria.

All’Istituto nazionale per le malattie infettive (Inmi) è stato inviato un campione per effettuare le contro analisi che dovranno confermare la positività del 38enne al nuovo coronavirus.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire fino a ora, l’uomo sarebbe andato a cena con un amico proveniente dalla Cina a fine gennaio. Ma dal momento che dalla cena al giorno del ricovero sarebbero trascorsi ben oltre i 14 giorni raccomandati dal ministero della Salute, si valutano anche altre ipotesi di contagio, lo scrive La Repubblica.

L’uomo è sposato ma non ha figli. Al momento si tenta di ricostruire tutta la catena di contatti. La moglie è stata contagiata dal Covid19 scrive l'Ansa e anche l'amico rientrato dalla Cina è ora in isolamento al Sacco di Milano. Quest'ultimo è ritenuto il paziente zero che avrebbe innescato il contagio, quindi, confermata la tesi che il contagio del 38enne è avvenuto a causa del contatto prolungato con l'amico rientrato dalla Cina.

Chiuso in via precauzionale il pronto soccorso di Codogno

Al momento il pronto soccorso di Codogno e chiuso in via esclusivamente precauzionale. I pazienti in codice rosso e arancione saranno dirottati su altri ospedali. Sospese anche le attività programmate dell’ospedale.

Gli spostamenti dell’uomo: la ricostruzione

L’uomo è giunto in ospedale a Codogno giovedì 20 febbraio ed è transitato per il pronto soccorso, il reparto di medicina e quindi la terapia intensiva dove ora è ricoverato.

Immediatamente è scattato il protocollo sanitario nazionale previsto dal ministero della Salute. Messe in quarantena la moglie ma anche i sanitari (medici e infermieri) che sono entrati in contatto con il paziente affetto da covid19 in maniera non occasionale.

Sono in fase di individuazione anche tutte le persone che sono entrate a contatto con l’uomo, il quale lavora presso l’Unilever di Casalpusterlengo e vive vicino Codogno.

Trasferimento all’ospedale Sacco di Milano

L’uomo deve essere ora trasferito all’ospedale Sacco di Milano, il quale è stato individuato dal Piano di emergenza nazionale come l’ospedale della Lombardia idoneo a ospitare e trattare i casi di covid19.

Si attende ora l’arrivo dell’ambulanza speciale ad alto biocontenimento già utilizzata per trasportare Niccolò allo Spallanzani di Roma. Ragazzo che, lo ricordiamo, è risultato negativo al test da covid19 e sta benissimo. L’uomo dovrà essere quindi trasferito all’ospedale Sacco, ma sarà una operazione delicata perché l’uomo è in prognosi riservata con insufficienza respiratoria.

101 i casi negativi in Lombardia

Nelle ultime settimane il sistema sanitario lombardo ha appurato la negatività di 101 persone sottoposte ai test per la verifica del nuovo coronavirus (negatività significa che non avevano il nuovo coronavirus).

Ci sono 50 minori rientrati dalla Cina dopo le festività del Capodanno cinese, che si sono sottoposti a isolamento volontario. Di questi circa 10 sono rientrati in classe perché hanno completato i 14 giorni di isolamento volontario a casa e non hanno avuto alcun sintomo.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

Coronavirus, un italiano ricoverato in Lombardia
Coronavirus, vaccino verrà testato ad aprile - vice ministro cinese della tecnologia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook