11:08 01 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
276
Seguici su

Durante il comizio odierno a Pesaro il segretario del Carroccio ancora una volta ha espresso la sua assoluta contrarietà alla liberalizzazione della cannabis e al distinguo tra droghe leggeri e pesanti.

Senza giri di parole durante il comizio a Pesaro di oggi Matteo Salvini ha attaccato i parlamentari favorevoli alla legalizzazione della cannabis, arrivando ad accusarli di farne uso.

"A giudicare dagli occhi che vedo la mattina in Parlamento, qualche parlamentare la difende perché ne fa uso", ha dichiarato aggiungendo di aver "proposto di fare il test antidroga ai parlamentari, io posso farlo anche domani mattina...". 

Poi il leader della Lega ha ribadito la sua tolleranza zero sul tema dello spaccio.

"Io voglio un'Italia libera dalla droga e gli spacciatori con le palle incatenati ai piedi e ai lavori forzati".

Poi il leader del Carroccio ha così commentato l'allarme degli esperti delle Agenzie antidroga e delle Forze di Polizia riuniti a Roma per una due giorni di lavori, rivendicando il ddl droga zero ed i provvedimenti concreti contro gli spacciatori.

"Guerra alla droga, città per città, quartiere per quartiere. La Lega è orgogliosa di aver presentato il ddl droga zero e di aver contrastato i pusher con provvedimenti concreti: Scuole sicure, videosorveglianza, assunzioni di donne e uomini delle Forze dell’Ordine, più poteri a sindaci e prefetti".

Tags:
Marijuana, Droga, Lega, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook