12:01 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 05
Seguici su

Il decreto intercettazioni ottiene la fiducia al Senato e passa ora alla Camera. Intanto Renzi convoca una conferenza stampa e chiede a Conte un faccia a faccia.

Al Senato il decreto legge intercettazioni incassa la fiducia della maggioranza con 156 voti favorevoli e 118 contrari, nessun senatore astenuto.

Adesso il decreto legge passa alla Camera dove dovrà essere approvato entro il 29 febbraio perché non scada.

Alla votazione non ha partecipato Matteo Renzi, che nella mattinata aveva tenuto una conferenza stampa al Senato per esporre la sua posizione e quella del partito alla luce di quanto sta accadendo nella maggioranza nelle ultime settimane.

Renzi chiede un incontro a Conte

Matteo Renzi durante la conferenza stampa al Senato ha pubblicamente chiesto un incontro faccia a faccia al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Un incontro che ponga fine alla “telenovelas” e che faccia “trasparente chiarezza” sulle reciproche posizioni.

Renzi spera che Conte accetterà questo incontro ravvicinato già “la prossima settimana”, per “poter mettere la parola fine a questo teatrino”.

Renzi continua a difendere la sua scelta politica, affermando di essere stato un argine “del buonsenso. Continueremo a farlo sia che stiamo nella maggioranza sia che stiamo nell’opposizione”.

Perché Renzi vuole vedere Conte?

A Conte, il leader di Italia Viva vuole consegnare il testo della sua riforma della prescrizione. Un testo che si oppone all’accordo preso tra M5s e gli altri partiti della maggioranza.

Renzi va quindi per la sua strada e non è disposto a cedere su nessuna delle sue posizioni: “non moriremo grillini”.

Renzi al presidente del Consiglio vorrà parlare anche della loro proposta per rianimare l’economia del Paese. Un piano che prevede il rinnovo delle infrastrutture e lo sblocco dei cantieri.

Tra le proposte 100 commissari per salvare l’Italia.

Correlati:

Matteo Renzi e il Governo Conte bis: ‘Noi non lasciamo, ma se ci cacciano...’
Matteo Renzi propone il Sindaco d’Italia: progetto realistico, boutade, o pièce teatrale?
Partita a scacchi di Matteo Renzi
Tags:
Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook