10:15 09 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
252
Seguici su

Il Collettivo autonomo Lavoratori portuali del porto di Genova e numerosi volontari di associazioni come Amnesty International sono in presidio contro l'arrivo della nave cargo saudita Bahri Yanbu che secondo alcune associazioni trasporterebbe materiale bellico.

La nave cargo saudita Bahri Yanbu è entrata nel porto di Genova, dove al momento il Collettivo autonomo Lavoratori portuali e numerosi volontari di associazioni come Amnesty International sono in presidio contro l'arrivo del cargo ed hanno bloccato il varco Etiopia, punto di attracco della nave.

Secondo numerose associazioni il cargo saudita trasporterebbe, tra le varie categorie, materiale bellico, motivo per cui è stato rifiutato l'attracco della nave in molti porti europei. Dopo le proteste effettuate a maggio, la nave dovrebbe scaricare a Genova solo materiali civili. Lo scopo della protesta è tuttavia più ampio, data la presenza nella stiva della nave di armamenti ed esplosivi destinati alla guerra in Yemen.

​La Cgil non ha partecipato questa volta alla mobilitazione, optando per una protesta politica in Prefettura per chiedere l'intervento del Governo. Partecipano invece alla protesta il Coordinamento delle Sinistre di opposizione di Genova (Partito Comunista dei Lavoratori, Sinistra Anticapitalista, Resistenze Internazionali, Rifondazione Comunista), Amnesty international, Emergency e i sindacati Usb e Si.Cobas.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook