02:50 30 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
111
Seguici su

L'intreccio mafioso ad Ostia oggi è più chiaro grazie alle indagini del Gico delle Fiamme Gialle, che hanno scoperto il ruolo di pacificatore di Diabolik tra gli Spada e gli Esposito.

Si aggiunge un nuovo tassello al ruolo di Diabolik, Fabrizio Piscitelli, ucciso lo scorso 7 luglio nel parco degli Acquedotti di via Lemonia a Roma.

Piscitelli con Salvatore Casamonica e il supporto di un avvocato, avevano fatto da garanti per una pace nella faida scoppiata ad Ostia tra il 2016 e il 2017.

A distanza di anni di intercettazioni e rischiose indagini che hanno coinvolto anche uomini infiltrati delle forze di polizia, oggi la Guardia di Finanza ha arrestato Salvatore Casamonica e l’avvocato per concorso esterno in associazione per delinquere di stampo mafioso, come previsto dagli articoli 110 e 416-bis del codice penale.

Diabolik era quindi una pedina importante nello scacchiere della mafia romana, tanto importante da essere ritenuto affidabile nel condurre una trattativa pacificatoria tra due famiglie mafiose, quella degli Spada e degli Esposito.

Le indagini sono una prosecuzione delle operazioni “Brasile low cost” e “Grande raccordo criminale”, già condotte dagli specialisti del Gico della Guardia di Finanza.

Le indagini delineano ancora meglio il vasto intreccio di relazioni malavitose presenti nella capitale romana e ad Ostia in particolare. E ancora una volta si evince come alcuni professionisti siano anelli di congiunzione forti tra il mondo dell’illegalità e quello della legalità, una sorta di anello grigio di congiunzione senza il quale probabilmente risulterebbe difficile per le cosche mafiose agire efficacemente nella società in cui sono inseriti.

Correlati:

Mafia, boss Graviano parla degli incontri con Berlusconi, replica l'avvocato Ghedini
Virginia Raggi contestata all’Idroscalo di Ostia: ‘Vergogna’
Tags:
Mafia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook