20:01 04 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
120
Seguici su

Le ipotesi di reato formulate dai pubblici ministeri vanno dalla bancarotta fraudolenta aggravata, false comunicazioni sociali fino all'ostacolo alle funzioni di vigilanza.

Ventuno indagati eccellenti tra ex componenti del Consiglio d'Amministrazione e commissari e consulenti che si sono susseguiti negli anni nella gestione di Alitalia rischiano di dover affrontare il processo, segnala Rainews.

I pubblici ministeri della Procura di Civitavecchia hanno terminato le indagini sulla gestione della compagnia di bandiera notificando agli indagati l'avviso conclusione delle indagini preliminari.

Le ipotesi di reato formulate dalla Procura laziale vanno dalla bancarotta fraudolenta aggravata, false comunicazioni sociali fino all'ostacolo alle funzioni di vigilanza.

Tra gli indagati di primo piano nell'inchiesta su Alitalia figurano anche l'attuale amministratore delegato di Unicredit Jean Pierre Mustier, la vicepresidente di Confindustria Antonella Mansi e l'ex commissario di Alitalia e liquidatore di Air Italy, Enrico Laghi. Tra gli indagati a rischio processo spicca anche il nome di Luca Cordero di Montezemolo.

L'indagine è stata condotta dal Nucleo di polizia economico finanziaria del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma.

Trasporto aereo senza pace in Italia, il 25 febbraio nuovo sciopero nazionale

I sindacati di categoria del trasporto aereo hanno annunciato un terzo sciopero nazionale programmato per il 25 febbraio 2020 per tutti i dipendenti delle varie compagnie del settore.

La notizia della proclamazione dello sciopero nazionale arriva sullo sfondo della liquidazione di Air Italy. La società Air Italy ha comunicato che a partire dal 25 febbraio i voli di Air Italy saranno gestiti da altri vettori, a seguito della decisione presa dagli azionisti della compagnia su una liquidazione in bonis dell'azienda.

Tags:
Economia, Giustizia, Italia, Alitalia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook