21:24 06 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
270
Seguici su

Vasta operazione antimafia della Dda di Catanzaro porta all'arresto di 45 presunti affiliati a una organizzazione criminale armata dedita al traffico e allo spaccio di droga nella Valle dell'Esaro.

Disarticolata un'organizzazione criminale armata, legata alla 'ndrangheta cosentina che gestiva le piazze di droga della Valle dell'Esaro, rifornendosi dai narcos di Reggio Calabria. Il blitz della polizia, coordinato dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri e dall'aggiunto Vincenzo Capomolla, su richiesta della Dda, ha portato all'arresto di 45 affiliati per associazione armata finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti. 

A capo dell'organizzazione erano i cugini Roberto e Antonio Presta, 58 e 43 anni, stretti congiunti del boss Franco Presta, che sconta una pena all'ergastolo, al vertice della 'ndrangheta radicata nella zona settentrionale della Calabria.

Il legame con il boss dava una certa autonomia all'organizzazione criminale, che riforniva l'area della Valle dell'Esaro di cocaina, eroina, hashish e altre sostanze stupefacenti. La droga proveniva dai giri di narcotraffico di Reggio Calabria. 

In precedenza Antonio e Roberto Presta, , erano stati coinvolti nell'inchiesta Santa Tecla della DDA di Catanzaro. Nel 2010 erano stati raggiunti da un mandato con l'accusa di traffico di droga e poi arrestati nel 2012, dopo due anni di latitanza.

Tags:
'ndrangheta, Polizia, Droga, Calabria, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook