04:11 31 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
206
Seguici su

Emerge nella serata finale di Sanremo Giovani, Leo Gassman con il brano "Va bene così". Ma i riflettori sono accesi su Morgan e Bugo squalificati in diretta nazionale.

Leo Gassman è il vincitore della 70esima edizione del Festival di Sanremo, categoria nuove proposte. Si afferma con il brano "Vai bene così" trionfando il 52% delle preferenze del pubblico sull'artista Tecla Insolia, che porta a casa con la canzone "8 Marzo" il premio Sala Stampa Radio Tv e web 'Lucio Dalla' per la sezione Nuove Proposte.

Sul palco dell'Ariston, il giovane Gassman ha ricevuto l'ambita Lanterna in filigrana di oro dal governatore della Liguria, Giovanni Toti. 

"Voglio ringraziare l'orchestra del Carlo Felice, che ha contribuito a realizzare la splendida cartolina che sta andando in onda nelle serate del Festival e che porta negli occhi di tutti gli italiani le bellezze della nostra regione" ha detto il presidente della regione, che poi ha riservato un pensiero ai lavoratori del Ponte Morandi.

"Questa - ha ricordato - è una serata di lavoro non solo per voi che siete qui a Sanremo, ma anche per le 1000 persone che, capitanate dal sindaco di Genova Marco Bucci, giorno e notte stanno lavorando alla realizzazione del nuovo ponte di Genova. Vorrei che la serata e il Festival fossero dedicati a loro".  

Per Leo Gassman, 21 anni, figlio del regista e attore Alessandro e nipote dell'indimenticabile Vittorio, non è la prima volta sul grande schermo. Ha già tentato il successo partecipando all'edizione dello scorso anno di  X Factor nella squadra di Mara Maionchi e guadagnando la semifinale. Un talento che il giovane cantautore porta nel DNA, ma che ha coltivato frequentando il conservatorio Santa Cecilia di Roma, spronato dal padre che ieri non ha contenuto il suo entusiasmo per la vittoria del figlio. 

"Come da tradizione di famiglia voglio mantenere un certo aplomb, voglio ringraziare tutti coloro che hanno votato per mio figlio e voglio aggiungere anche... daje Pippoooooo". Così un incontenibile Alessandro Gassmann esulta su Twitter per  il trionfo del figlio. 

Ma la penultima serata dell'edizione 2020 del Festival della Canzone Italiana, ha riservato un incredibile colpo di scena: la squalifica di Morgan e Bugo

Morgan ha cambiato le parole del testo e il collega ha abbandonato il palco, causando la squalifica del duo per defezione. 

All'inizio del brano, Morgan non ha cantato il testo della canzone, ma alcune parole scritte su un foglietto:

"Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Certo, il disordine è una forma d’arte, ma tu stai solo … per invidia, ringrazia il cielo sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro".

A queste parole Bugo ha lasciato solo Morgan e l'orchestra ha smesso di suonare. Amadeus e Fiorello hanno cercato di convincere l'artista a rientrare, senza riuscire nell'impresa. A quel punto è arrivata la squalifica del loro brano, Sincero, per defezione. La prima volta che succede nella storia del Festival di Sanremo. 

Poco dopo Morgan, in una intervista rilasciata a Repubblica, ha detto la sua sull'episodio. "A me non interessa di essere a Sanremo, mentre a lui sì" e poi: "lui voleva liberarsi di me e io invece mi sono liberato di lui, e l'ho fatto con le sue parole".

Attesa per la serata conclusiva del festival che proclamerà il vincitore della 70° edizione della kermesse musicale più amata dagli italiani. Un'edizione che ha fatto molto parlare di sé, per le polemiche, i colpi di scena, le trasgressioni e le novità. Junior Calli, Achille Lauto, Elettra Lamborghini i nuovi big della musica italiana che sfidano i vecchi, come Ornella Vanoni e Rita Pavone e che ha portato sul palco dell'Ariston artisti indimenticabili come Massimo Ranieri, i Ricchi e Poveri in una storica reunion ottenendo il 53,3% di share, il più alto dal 1995. 

Tags:
Festival di Sanremo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook