00:42 28 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
415
Seguici su

"Andiamo avanti non c'e' tempo da perdere", ha scritto il presidente del Consiglio in un post sulla sua pagina Facebook.

"Il dialogo, il confronto, l'ascolto sono sempre state parole chiave nello svolgimento del mio ruolo da Presidente del Consiglio. Ma arriva il momento delle decisioni. Gli italiani si aspettano risposte, non litigi e rinvii, anche sul tema della prescrizione sul quale mi sono speso per trovare un punto di mediazione sempre più avanzato. Confido che tutte le forze di maggioranza riescano a condividere la medesima ragionevole posizione", si legge nel post pubblicato oggi pomeriggio dal premier Giuseppe Conte.

Riguardo alle polemiche in merito alla riforma della prescrizioni, Giuseppe Conte ha rifiutato di farsi etichettare come giustizialista o garantista, "contrapposizioni manichee" che "vanno bene per i titoli dei giornali. Già come avvocato e come professore, queste visioni semplificatrici affidate alle ideologie degli "ismi" non mi sono mai piaciute."

Il premier ha sottolineato che "ai cittadini non interessano le formule astratte, gli schieramenti pregiudiziali. Ai cittadini interessa che il "sistema giustizia" offra un servizio efficiente, adeguato, giusto". 

Ricordando i "tanti dossier aperti sui quali il governo compatto è impegnato, come l'emergenza sul coronavirus, il rilancio del cantiere Taranto, il fronte libico, l'Europa. Tante le problematiche e le urgenze a cui siamo chiamati a dare tempestive risposte", Conte rilancia i tavoli di lavoro del governo per l'Agenda 2023, presentando il calendario dei prossimo impegni dell'esecutivo. 

  • Lunedì 10
    ore 17.30, tavolo di lavoro su: Occupazione e politiche di welfare.
  • Giovedì 13
    ore 17.30: Crescita e sviluppo sostenibile.
  • Venerdì 14
    ore 15: Semplificazione normativa e burocratica, Riforma fiscale.
  • Lunedì 17
    ore 8.30: Sicurezza e immigrazione.
    ore 11.30: Salute.
    ore 16.30: Scuola, Università, Ricerca e Innovazione digitale.
  • Martedì 18
    ore 14.30: Europa e Riforme.
    ore 17.30: Riforme Giustizia.

"Conte populista", accuse da Italia Viva

Nonostante Matteo Renzi abbia escluso un appoggio esterno al governo ed abbia ribadito di voler sostenere l'esecutivo dall'interno della maggioranza, il capogruppo a Palazzo Madama di Italia Viva Davide Faraone ha attaccato il presidente del Consiglio personalmente per la sua posizione sulla giustizia, definendolo "populista".

"Chi mette giustizialismo e garantismo sullo stesso piano è un populista. Conte è un populista, culturalmente lontano anni luce da noi, degno leader del nascente partito unico Pd/M5S. Noi invece sappiamo bene da che parte stare, orgogliosamente garantisti senza se e senza ma", il tweet di Faraone.

​Sui social Matteo Renzi ha avvertito che la riforma sulla prescrizione avrà effetti devastanti.

Tags:
Italia, governo, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook