23:11 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
221
Seguici su

Raggiunto l’accordo definitivo di divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario: il Cavaliere rinuncerà ai 46 milioni di euro che doveva restituirgli la sua ex moglie, che a sua volta si è impegnata a non chiedere più circa 18 milioni all'ex consorte.

La lunga battaglia legale tra l'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la sua seconda moglie Veronica Lario per gli alimenti dopo il loro divorzio nel 2014 si è conclusa proprio oggi con un accordo tra le parti registrato nel tribunale di Monza.

In sostanza, da quanto si è saputo da fonti nel pool di avvocati, questa mattina i giudici del Tribunale di Monza hanno dato il loro assenso all'intesa raggiunta dalle due parti.

Il presidente di Forza Italia non chiederà più i 46 milioni di euro che gli spettano dalla sua ex moglie, mentre Veronica Lario a sua volta ritirerà la richiesta di ottenimento di 18 milioni di euro.

Un accordo che passa appunto per la rinuncia reciproca dei crediti e che chiude tutte le pendenze giudiziarie. Inoltre l'intesa raggiunta annulla tutte le decisioni che erano state prese dai tribunali di varie istanze negli ultimi anni.

Divorzio tra Berlusconi e Lario e alimenti

Inizialmente nel dicembre 2012 nell'ambito del procedimento di divorzio, il Tribunale di Milano aveva disposto a beneficio di Veronica Lario alimenti pari a 3 milioni di euro al mese. Questa decisione con in ballo una grande somma era stata motivata dai giudici con la necessità di garantire alla Lario il tenore di vita a cui era abituata dopo oltre 20 anni di matrimonio ufficiale.

Tuttavia Berlusconi aveva impugnato questa sentenza ed aveva ottenuto una riduzione dell'assegno di mantenimento a 2 milioni di euro al mese. In seguito gli avvocati di Berlusconi avevano effettivamente avviato un secondo procedimento di divorzio presso il tribunale di Monza, competente per la residenza di Veronica Lario; i giudici avevano deciso di ridurre gli alimenti a 1,4 milioni di euro al mese.

Successivamente la battaglia legale è proseguita e nel novembre 2017, la Corte d'appello di Milano ha deciso che l'ex moglie non poteva pretendere il mantenimento del precedente tenore di vita di cui beneficiava durante gli anni del matrimonio. Per questo motivo, i giudici hanno stabilito che Lario avrebbe dovuto restituire i soldi ricevuti dal suo ex marito in qualità di alimenti non dovuti. La restituzione di 46 milioni di euro era stata approvata nell'agosto 2019 dalla Cassazione.

Tags:
Giustizia, divorzio, Silvio Berlusconi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook