23:27 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
407
Seguici su

Tre sorelle si sono suicidate in provincia di Torino. Ci avevano già provato senza successo 5 anni fa. Hanno sempre sostenuto di essere state truffate da 2 avvocati, solo ora scatteranno indagini.

Non è la prima volta che le tre sorelle provavano a togliersi la vita, avevano già tentato il gesto estremo il 21 luglio del 2015 mentre si trovavano in vacanza in Valtournenche (Valle d’Aosta). Quella volta a salvare due delle sorelle mentre tentavano di saltare giù dal ciglio di un muraglione ci pensarono i carabinieri, la terza fu poi ritrovata chiusa in auto mentre provava a uccidersi con i gas di scarico.

Questa volta nessuno le ha potute salvare. Le tre sorelle di 54, 68 e 77 anni si sono impiccate a Carmagnola (Torino) dove vivevano da sempre.

La prima ad essere ritrovata è stata l’ultima a togliersi la vita. Gli inquilini hanno visto la donna impiccata sul balcone ed hanno subito avvertito i Carabinieri.

Sfondata la porta dell’appartamento i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna. Gli inquirenti nel frattempo correvano in un casolare di proprietà delle tre donne a verificare quanto scritto nel biglietto che la prima aveva lasciato, ovvero che le sue sorelle si erano impiccate insieme e per questo anche lei aveva deciso di farla finita.

Truffate da due avvocati

Le tre donne hanno sempre accusato due avvocati di essere state truffate e di aver perso tutti i loro risparmi.

Solo adesso, però, scatta l’indagine per verificare se sia vera la presunta truffa subita, da sempre sostenuta dalle tre sorelle suicide.

Le tre donne avevano anche una quarta sorella.

Correlati:

Vigile urbano suicida nel bresciano dopo bufera social sul parcheggio nel posto disabili
Troppi suicidi tra i militari, dopo USA ora anche l’Australia avvia un’inchiesta
Piemonte: uccide la moglie russa e poi si suicida
Tags:
suicidio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook