10:00 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
112
Seguici su

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella visita a sorpresa un Istituto comprensivo di Roma e stringe la mano ai bambini della comunità cinese. Gesto di inclusione scaccia discriminazione.

A sorpresa il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è presentato questa mattina all’Istituto comprensivo ‘Daniele Manin’ del quartiere Esquilino, dove si concentra un’alta presenza di classi multi etniche e con una alta presenza della comunità cinese.

In questo modo il presidente Mattarella ha voluto testimoniare in prima persona che la scuola è inclusione e che la discriminazione deve restare fuori dalla porta.

Incuriositi dall’insolita presenza nelle loro classi, i ragazzi hanno mostrato al presidente un cartellone su cui avevano scritto che ‘La scuola è di tutti’, mentre su di un altro cartellone avevano scritto ‘Costituzione Italiana art. 34’, il quale ricorda al comma uno che ‘La scuola è aperta a tutti’.

  • Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola D. Manin, nel quartiere esquilino
    Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino
  • Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola D. Manin, nel quartiere esquilino
    Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino
  • Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola D. Manin, nel quartiere esquilino
    Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino
  • Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola D. Manin, nel quartiere esquilino
    Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino
  • Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola D. Manin, nel quartiere esquilino
    Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino
1 / 5
Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino

 

Il presidente Mattarella ha stretto la mano a tutti loro come ha ricordato la preside Manuela Manferlotti contattata dall’Ansa.

Le parole di Conte contro la discriminazione

Altro contesto, altre parole contro la discriminazione dei bambini cinesi a scuola. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte bolla come “assolutamente sciocco” voler “discriminare i bambini cinesi”.

Lo ha detto partecipando ad un evento organizzato dal Moige contro il bullismo.

Nicola Zingaretti: Grazie presidente

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ringrazia il presidente Mattarella per aver visitato la scuola della capitale frequentata da molti bambini della comunità cinese.

“Il Presidente Mattarella in visita alla scuola D. Manin, in un quartiere con tanti bambini della comunità cinese. Bellissimo gesto, grazie Presidente!”

Il governatore Fontana corregge il tiro

Il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, tra i firmatari della lettera dei governatori di centrodestra per ritardare il rientro a scuola degli alunni cinesi provenienti dalla Cina, corregge il tiro durante l’intervista rilasciata al "Quotidiano nazionale".

Nell’intervista precisa che la richiesta non è quella di “segregare i bambini”, ma di “ritardarne il rientro in classe”. E prende come esempio i 56 connazionali rimpatriati da Wuhan, ai quali è stato imposto un periodo di quarantena di 15 giorni.

Fontana definisce la loro richiesta soltanto una “richiesta dettata dal buon senso”.

Correlati:

Mattarella dal Qatar ad Israele, il viaggio in Medio Oriente del Presidente
Mattarella a Gerusalemme: "Vigilare contro fascismo e antisemitismo"
Coronavirus in Italia, caso sospetto alla Cecchignola tra i rimpatriati
Tags:
Sergio Mattarella
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook