22:10 17 Febbraio 2020
Italia
URL abbreviato
9020
Seguici su

Il fotografo Oliviero Toscani nella bufera dopo aver detto: ‘A chi interessa che caschi un ponte?’. Immediate le repliche dei familiari delle 43 vittime del Ponte Morandi, del sindaco Bucci e di Toti.

Irriverente e fuori schema il fotografo italiano Oliviero Toscani lo è sempre stato, come quella volta che ha detto alle donne di togliere tacchi e trucco per evitare le violenze, o quella volta che ha detto alle donne che fanno pubblicità che fanno schifo per come si fanno riprendere oggi.

Questa volta Oliviero Toscani supera una nuova linea rossa della decenza e alla trasmissione radiofonica ‘Un giorno da Pecora’ si esprime in questi termini a proposito del crollo del Ponte Morandi:

“Ma a chi interessa che caschi un ponte, smettiamola”.

Pronta la risposta del comitato Ricordo vittime Morandi che rappresenta le vittime e le famiglie dei 43 morti causati da un ponte che da anni non era più colpevolmente manutenuto.

“43 morti innocenti per lui conteranno poco, ma per noi erano tutto”.

Interviene anche il sindaco di Genova e commissario straordinario per la ricostruzione del ponte Marco Bucci, il quale ripetendo la frase di Toscani dice che interessa alle 43 persone che hanno perso la vita, ai loro figli, alle loro mogli, ai mariti e agli amici di questi. Interessa, prosegue il sindaco, a quanti nel giro di pochi istanti si sono ritrovati senza casa, a vivere una nuova vita lontana da una casa nella quale non hanno potuto più rientrare.

Interessa alle aziende di Genova che hanno subito ingenti danni economici a causa della principale arteria di collegamento della città portuale. Interessa ai lavoratori diventati disoccupati a seguito della chiusura totale o parziale di imprese che gravitavano sotto il ponte.

​Toscani chieda scusa alle 43 vittime del Ponte Morandi

Il governatore della Regione Liguria invita Oliviero Toscani a chiedere scusa dopo quanto ha detto durante la trasmissione radiofonica ‘Un giorno da pecora’.

“Nessuno offenda le 43 vittime di Ponte Morandi, nessuno offenda genovesi e liguri che tanto hanno sofferto. Genova non si tocca, è simbolo di forza, resilienza e rinascita per tutto il Paese. Dopo il nostro post di ieri ci sta arrivando solidarietà da ogni parte d’Italia! Grazie a tutti voi, da nord a sud uniti da un solo sentimento: A NOI INTERESSA! Toscani chieda scusa”.

Salvini contro Toscani

Anche Matteo Salvini si schiera contro Oliviero Toscani e nella diretta del mercoledì mattina via Facebook riflette sul perché costui abbia detto una cosa del genere?

La risposta che Salvini dà a se stesso ed ai simpatizzanti è:

"Come ad assolvere qualcuno che non ha fatto il suo lavoro, il suo dovere, e che ha sulla coscienza le decine di famiglie distrutte".

Correlati:

Crollo ponte Morandi: società di manutenzione evitava controlli volontariamente
Ponte Morandi, sarà la Consulta a decidere sull'esclusione di Aspi dalla ricostruzione
Sindaco Bucci su ponte Morandi: "A maggio circolerà la prima auto"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook