06:41 05 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
13817
Seguici su

La polmonite in Italia fa molti più morti al mese del coronavirus in Cina, mentre ci preoccupiamo di 2019-nCoV, il bollettino di guerra delle basse vie respiratorie ci racconta una situazione poco dibattuta.

Il mondo si ritrova ad inizio 2020 alle prese con il virus proveniente dalla Cina 2019-nCoV, e a tutti noto semplicemente come coronavirus.

La paura cresce e i casi di intolleranza vengono sostenuti anche da responsabili della politica come le cronache di questi giorni ed ore ci raccontano.

Il bollettino quotidiano degli infetti e dei morti è un rispolvero degli articoli-bollettini di guerra da prima e seconda guerra mondiale.

Secondo i dati più aggiornati forniti dal Ministero della Salute italiano, il quale riprende il bollettino OMS numero 14 del 3 febbraio 2020, i contagiati sono 17.391 e i morti 361 (solo in Cina). In Italia i casi sono solo due e d’importazione, e purtroppo le condizioni della coppia cinese si sono aggravate. Se leggiamo i dati forniti dall’Ansa i morti totali da coronavirus sarebbero, invece, 425.

La polmonite in Italia fa molti più morti di 2019-nCoV (Coronavirus)

In Italia (solo) nel 2017 i morti per polmonite sono stati 13.471 (fonte: Istat, ‘Mortalità per territorio di residenza: causa ed età’), che equivalgono a 1.122 morti al mese. Se rapportiamo i morti per polmonite in Italia nel 2017, ai morti per 2019-nCoV da quando il caso è esploso, verifichiamo che i morti per polmonite (solo in Italia) sono quasi di 3 volte superiori al numero di morti per coronavirus in tutto il mondo.

Il bollettino di guerra delle basse vie respiratorie

Se invece contiamo il numero di morti causati dalle ‘malattie croniche delle basse vie respiratorie’, allora i morti (solo in Italia nel 2017) sono 25.823, ovvero 2.152 morti al mese di cui mai si parla.

Questi ancora una volta i dati forniti dall’Istat e consultabili liberamente dal web, da chiunque.

Il coronavirus deve ovviamente destare la giusta attenzione internazionale, ma non ci farà male riflettere sulle decine di migliaia di morti che fanno virus ben più banali e i nostri stili di vita quotidiani.

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)

Correlati:

In Cina iniziati i test del farmaco russo contro il coronavirus
Coronavirus occasione per l’Italia secondo Irene Pivetti
Coronavirus, per Salvini isolare alunni di rientro dalla Cina è ‘cautela ovvia'
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook