23:56 23 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
604
Seguici su

La nave della ong spagnola è entrata nel porto di Pozzallo dove effettuerà lo sbarco dei 363 migranti che si trovano a bordo.

Hanno esultato di gioia i 363 migranti che si trovano da giorni a bordo della Open Arms. La nave è entrata nel porto di Pozzallo e sono in corso le operazioni di sbarco. Ieri era arrivato l'ok dal ministero degli Interni, dopo che Malta aveva rifiutato di concedere il Pos. 

"Oggi è un buon giorno e tra pochi minuti arriveremo a Pozzallo, in Sicilia", ha scritto l'equipaggio su twitter. I migranti a bordo sono stati salvati in 5 diversi interventi di soccorso nella zona Sar, a largo della costa libica. 

​Il via libera per lo sbarco a bordo a Pozzallo è arrivato sabato primo febbraio in seguito all'attivazione del meccanismo europeo per la ripartizione dei migranti, come previsto dal preaccordo di Malta.

Durante lo sbarco sono state rispettate le procedure sanitarie contro il coronavirus, adottate dal governo. Il personale sanitario ha infatti indossato tuta e mascherina per evitare un eventuale contagio. 

​La Open Arms aveva lanciato un appello all'Italia e a Malta nella giornata di sabato, mentre si trovava ferma davanti al porto di Pozzallo, affinché uno di questi due Paesi assegnasse al più presto un porto sicuro dove sbarcare i 363 migranti attualmente a bordo. La richiesta era arrivata direttamente dall'account Twitter della Open Arms.

Il Tribunale di Palermo ha nel frattempo inviato una richiesta di autorizzazione a processare il leader leghista Matteo Salvini per la vicenda della Open Arms dell'agosto 2019. La notifica riguarda il caso della Open Arms, la nave della Ong ProActiva che rimase bloccata per 19 giorni al largo di Lampedusa con 134 persone a bordo, perché il Viminale non autorizzava lo sbarco. 

 

Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Migranti, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook