10:16 03 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
1102
Seguici su

Guidava sulla A15 in contromano a bordo di un'Oper Agila. Accortosi dell'errore fa inversione ad U tra le altre auto che tentano di schivarlo.

E' stato rintracciato dalla polizia di Massa Carrara l'uomo alla guida dell'Oper Agila che, alcuni giorni fa, aveva percorso un lungo tratto della A15 contromano e, dopo essersi reso conto dell'errore, aveva effettuato una pericolosissima inversione ad U per imboccare lo svincolo di Aulla e uscire dalla carreggiata. 

Si tratta di un novantenne della Lunigiana, che era uscito di casa per recarsi presso l'Asl di Carrara, dove la moglie aveva prenotato una visita con il suo medico. Al casello, ha imboccato la direzione sbagliata,  e anziché andare verso La Spezia, si è diretto a Parma, camminando in senso inverso sulla corsia di sorpasso. Un errore che gli è costato il ritiro della patente e una multa per 1000 euro ma, fortunatamente, senza arrecare incidenti e danni a sé e agli altri automobilisti. 

​Gli altri veicoli, che sono riusciti a schivare miracolosamente l'impatto con la Opel, hanno lanciato l'allarme alla Polstrada e due pattuglie della Sottosezione di Pontremoli hanno attivato la procedura della safety car, per rallentare i veicoli che sopraggiungevano sulla carreggiata. 

L'uomo, resosi conto dell'errore, ha iniziato a guidare attaccato al guard rail per evitare il più possibile l'impatto con altri mezzi che gli venivano incontro. Giunto allo svincolo di Aulla, ha pensato di risolvere la situazione imboccandolo e uscendo dalla carreggiata. Così si è fermato, ha atteso il passaggio degli altri veicoli, e poi ha effettuato un'inversione di marcia per imboccare lo svincolo. La Polstrada è riuscita a ricostruire le dinamiche grazie alle telecamere di controllo autostradale e a individuare il novantenne che si è poi presentato alla stazione di Pontremoli accompagnato dal figlio. 

Allo sbadato automobilista è stata notificata una multa da mille euro e il ritiro della patente. L'auto è stata sottoposta a un fermo per tre mesi. Dopo questa brutta disavventura, finita tutto sommato bene, l'anziano pilota si è scusato e ha detto che è giunta l'ora di appendere al chiodo le chiavi dell'auto. 

Tags:
Polizia, rete stradale, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook