19:42 30 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
530
Seguici su

Ringraziano l'italia per l'accoglienza, le cure e la disponibilità, e assicurano di non esser usciti dalla camera d'albergo, invitando alla calma. Parla la coppia di turisti cinesi ricoverata allo Spallanzani.

"Grazie a tutti per quello che hanno fatto: per i primi soccorsi, per l'accoglienza, le cure, la disponibilità... Siamo sereni". Queste sono le parole che la coppia di turisti cinesi, da mercoledì sera ricoverati allo Spallanzani di Roma, ha pronunciato prima di essere messa in isolamento per infezione da 2019-ncov, secondo quanto riferisce Adnkronos,

La coppia, 66 anni il marito e 65 la moglie, proviene da Wuhan ed è in Italia per un viaggio turistico. Prima di giungere a Roma, erano atterrati a Milano e fatto tappa a Verona, Parma e Firenze. Alcune delle persone con cui sono entrate in contatto si trovano attualmente sotto osservazione. 
In base a quanto riferito ieri nel bollettino divulgato dallo Spallanzani, le loro condizioni sono "discrete" e non sembrano preoccupati se non per la possibilità di trasmettere il virus, specifica Adnkronos. 

"Vogliamo rassicurare tutti, a Roma non abbiamo mai preso mezzi pubblici e siamo stati sempre in albergo", hanno detto i due turisti, aggiungendo: "A Roma non abbiamo girato, non abbiamo visitato nulla. Ci siamo ammalati subito e abbiamo sempre mangiato in camera".

La situazione del coronavirus in Italia

Al oggi i casi di contagio accertati sono limitati alla coppia di turisti cinesi proveniente da Wuhan. Le loro condizioni sono state definite "discrete" e hanno trascorso la loro seconda notte in isolamento in tranquillità. Altri 3 casi sono stati considerati sospetti: di tratta di pazienti entrati a contatto con la coppia cinese. Sono seguito con monitoraggio domiciliare. 

Nella giornata di ieri, riferisce lo Spallanzani, ci sono stati 12 ricoveri spontanei o trasferiti tramite 118, mentre un pulmino che trasportava a bordo una comitiva di 20 turisti cinesi, è stato fermato ieri a Cassino. Il gruppo aveva usufruito dello stesso Tour Operator. E' stato messo in quarantena. 

Il direttore scientifico dell'istituto ha sottolineato che il contagio avviene solo in presenza di sintomi. "Il Centro europeo ha pubblicato nuove stime confermando che la trasmissione è possibile solo quando si hanno sintomi - ha detto - Se i casi importanti, quelli positivi, sono identificati in stato precoce allora c'è un rischio da basso a molto basso. 
Ha poi assicurato che la dimensione dell'epidemia non va valutata su scala nazionale e che bisogna evitare allarmismi e psicosi. 

Le precauzioni per evitare il contagio sono "le stesse dell'influenza. Bisogna lavare le mani e coprire naso e bocca quando si starnutisce. E per favore evitiamo la discriminazione: non tutti i cittadini cinesi sono stati esposti a chi arriva da quella zona". 

Tema:
Coronavirus - 2020 (fine gennaio - 20 marzo) (374)
Tags:
Coronavirus, Roma, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook