17:12 30 Marzo 2020
Italia
URL abbreviato
0 70
Seguici su

Non il Colosseo, bensì il Pantheon è il luogo della cultura italiana più visitato del 2019. Lo dicono i dati appena pubblicati dal Ministero dei Beni Culturali. Bene Napoli e le Marche, sorpresa Matera.

Quest’anno la sorpresa nella Classifica dei 30 musei italiani più visitati nel 2019 è il Pantheon, che con 9 milioni di visitatori batte tutti, Colosseo compreso. Il Pantheon, che non risulta nella Top 30 perché gratuito, è cresciuto del 4% rispetto al 2018 con 400mila visitatori in più.

Per quanto riguarda i luoghi della cultura italiana a pagamento, il Colosseo (Roma) è primo incontrastato con 7,5 milioni di visitatori, segue la Galleria degli Uffizi (Firenze) con 4,3 milioni di visitatori, terzo il Parco archeologico di Pompei (Napoli) con 3,9 milioni di visitatori e prima giù dal podio è la Galleria dell’Accademia di Firenze con 1,7 milioni di visitatori nel 2019.

Il boom delle Marche e dei musei napoletani

In forte crescita la Galleria nazionale delle Marche che ha venduto 70mila biglietti in più, con un +36,8% di incremento collocandosi così al 26° posto (+7 posizioni rispetto al 2018).

Crescono in modo significativo i musei napoletani, con in testa il Museo di Capodimonte che incrementa del +34,2% il numero dei visitatori, rientrando così nella Top 30. Bene anche Castel Sant’Elmo (+18,7) e Palazzo Reale (+11%).

A Roma, invece, si distinguono le Terme di Caracalla, mentre a Trieste il Castello di Miramare.

Effetto Matera per la Basilicata

Grazie all’evento internazionale Matera Capitale della Cultura 2019, gli ingressi nei musei di Matera sono aumentati di 50mila unità. Un incremento che non consente ai musei di entrare nella Top 30, ma che segna un importante successo per la città e per l’intera regione.

Le domeniche nei musei battono la Serie A

Chi lo avrebbe mai detto che gli italiani hanno deciso di convertirsi alla cultura, non più solo calcistica, ma più in generale a quella che permette di scoprire le proprie radici storiche.

Secondo i dati diffusi dal Ministero dei Beni Culturali, infatti, alcune prime domeniche del mese gratuite hanno battuto il numero di presenze rispetto alla Serie A.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook