21:20 06 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
1264
Seguici su

Facebook rimuove il video della citofonata di Salvini che tanto aveva indignato il mondo sociale e politico e creato un caso diplomatico con la Tunisia. Il video 'Non rispetta gli standard'.

Con una nota Facebook ha fatto sapere di aver rimosso il video della citofonata di Salvini fatta a una famiglia tunisina, indicata da una signora e da altre persone, come una famiglia di spacciatori nel quartiere Pilastro di Bologna.

Facebook ha fatto sapere di aver rimosso il video su segnalazione di vari utenti, perché “non rispetta gli standard della community in materia di incitamento all’odio”. Il video, infatti, mostra il leader della Lega mentre citofona questa famiglia e gli chiede, davanti a numerose telecamere, se loro spacciano nel quartiere.

In sottofondo, si sente la voce di una signora che lo accompagnava mentre afferma: “Vedrai che non rispondono più”.

Il caso aveva suscitato una forte indignazione da parte del mondo sociale e politico italiano, ma anche da parte del governo tunisino, che attraverso il vice presidente del Parlamento Osama Sghaier, aveva fatto sapere che “l’atteggiamento razzista e vergognoso” messo in atto da Salvini “rischiava di minare i rapporti tra Italia e Tunisia”.

Matteo Salvini, da parte sua, non ha mai chiesto scusa e ha sempre ribadito che rifarebbe ogni cosa.

La famiglia tunisina si è rivolta ai legali per intraprendere una azione che ristabilisca la loro reputazione sociale, dal momento che si sono sempre ritenuti estranei al traffico e allo spaccio di droga nel quartiere bolognese.

Correlati:

Conte, Salvini che citofona i cittadini, applica ‘pratiche oscurantiste’
Salvini risponde a Conte: ‘Prenditi una camomilla Giuseppi!’
"Lei spaccia?": Salvini citofona a casa di un presunto spacciatore nel quartiere Pilastro di Bologna
Tags:
Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook