10:23 03 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Il co-fondatore, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato di Netflix Reed Hastings aveva annunciato ad ottobre l'intenzione di aprire una sede in Italia. Arriva oggi la conferma che i nuovi uffici saranno aperti a Roma, come riferisce Fanpage.

Reed Hastings ha comunicato la decisione di aprire una sede di Netflix in Italia, confermando la scelta già annunciata a ottobre, e destinando Roma come città che ospiterà i nuovi uffici, riferisce Fanpage.

La decisione di aprire una sede nella capitale, preferendola a città come Milano, ricade nella storia cinematografica di Roma, anche se per ora non si hanno notizie riguardo una data ufficiale o un sito scelto per la costruzione della sede.

"Sin dall’avvio del servizio in Italia nel 2015, siamo stati accolti con entusiasmo dai nostri tanti abbonati italiani e abbiamo avuto la fortuna di lavorare con una varietà di creatori, dai più conosciuti a voci emergenti. Aprire un ufficio a Roma è il logico passo successivo nel nostro impegno a lungo termine in Italia, e ci permetterà di rafforzare le nostre molteplici partnership creative e di lavorare su una crescente offerta di film e serie Made in Italy e che potranno essere apprezzati dal pubblico in tutto il mondo", ha detto la vice presidente delle Serie Originali per Europa, Medio Oriente e Africa Kelly Luegenbiehl.

Nuova sede a Roma e genere "Made in Italy" sulla piattaforma

L'apertura della sede a Roma conferma quindi l'impegno che Netflix ha con l'Italia, anche per quanto riguarda le produzioni originali. Oltre a numerosi film italiani, tra le nuove serie di produzione italiana targate Netflix compariranno sulla piattaforma la Luna Nera, una serie fantasy in costume con protagoniste donne sospettate di stregoneria nel 17esimo secolo in Italia, Curon, drama sovrannaturale ambientato nella provincia di Bolzano e sommerso dall’acqua, insieme alle nuove stagioni di Suburra – La serie e di Baby.

In precedenza Netflix, dopo l'arrivo della piattaforma in Italia, aveva già stretto accordi con Sky e poi con Mediaset

Tags:
Netflix, provider americano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook