20:48 04 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
1 0 0
Seguici su

L'influenza si trasmette con una velocità di contagio inferiore a quella del morbillo o dell'influenza da una persona malata. Lo ha detto il direttore scientifico dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani.

Nessun allarme per il virus cinese per quanto riguarda l'Italia. La psicosi da epidemia è del tutto infondata. Lo assicura il direttore scientifico dell'Inmi Spallanzani, Giuseppe Ippolito, che ha parlato oggi in conferenza stampa.

"Fino a questo momento il virus mostra una probabilità di trasmissione se si entra in contatto con una persona infetta simile a quello dell'influenza, inferiore al morbillo. Per quanto riguarda il rischio che ci sia un paziente in arrivo che può infettare gli altri, il rischio se non ci sono sintomi in volo è bassissimo, praticamente zero. In più noi siamo stati i primi ad attivare i controlli, e i nostri operatori sono tra i migliori al mondo", ha spiegato Ippolito.

La gestione dell'infezione

Per quanto riguarda invece le misure di sicurezza, non c'è un allarme tale da "dover creare un sistema parallelo" di gestione del coronavirus cinese.

Il direttore spiega che i protocolli messi in campo dai servizi di pronto soccorso sono gli stessi per influenza suina e Sars.

Non proviene dai serpenti

Esclusa la possibilità che l'infezione sia originata dai serpenti.

L'ipotesi "è stata smentita dalla prestigiosa rivista scientifica Nature, e battuta stanotte dalle agenzie internazionali", ha concluso Ippolito.
Tema:
Coronavirus, situazione in Italia (21 gennaio - 20 marzo) (447)
Tags:
Allarme, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook