08:30 10 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
104
Seguici su

Conad acquista Auchan e licenzia in blocco gli impiegati in amministrazione della vecchia gestione. Ma è solo l'inizio, dopo toccherà agli addetti della rete di vendita.

Doccia fredda, anzi gelata, per gli dipendenti della Auchan, ceduta nei mesi scorsi a Conad. La nuova gestione ha comunicato oggi ai sindacati l'avvio della procedura di licenziamento collettivo per 817 impiegati di area amministrativa. Oltre la metà del personale licenziato è impiegato nelle sedi lombarde. A pagare il prezzo più caro sarà il quartier generale di Rozzano, con 456 esuberi, mentre altri 46 saranno a Roncadelle. 

Probabilmente non finirà qui. Conad ha annunciato un piano licenziamenti di almeno "3100" unità. La riduzione di personale potrebbe dunque riguardare anche i dipendenti della rete di vendita. Gli unici lavoratori al sicuro sono, almeno quelli impiegati nei centri vendita ceduti a Esselunga e Carrefour. Per la clausola di salvaguardia occupazione, i due colossi della grande distribuzione dovranno assorbire una parte di dipendenti. 

Le proteste dei lavoratori

Nel mese di dicembre i dipendenti Auchan erano scesi in piazza per protestare contro il piano esuberi. Una delegazione era scesa in presidio il 7 dicembre in occasione della prima della Scala per tenere i riflettori accesi sulla vicenda. I sindacati avevano già messo in guardia sul fatto che l’acquisizione della rete di vendita di Auchan e Sma da parte di Conad prevedeva 3.100 non inclusi nel progetto di passaggio.

"Una pessima notizia, per i lavoratori, per le loro famiglie, per tutti coloro che si sono spesi anima e corpo per questa vicenda in questi mesi - ha scritto sulla sua pagina facebook Pietro Bussolati, consigliere regionale del PD - So bene che in questo momento non esistono parole che possano alleviare lo sconforto e la paura di chi da un giorno all’altro vede piombare l’incubo della disoccupazione nella sua quotidianità, dopo una vita spesa a lavorare per la propria azienda e per la propria comunità.

Posso solo garantire che, come Partito Democratico, continueremo a presidiare questa vicenda come prima e più di prima, per salvaguardare la dignità ed essere al fianco dei lavoratori colpiti da questa decisione inaccettabile". 
Tags:
licenziamenti, Lavoro, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook