05:02 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
233
Seguici su

L'assessore alla Sanità della Sicilia Ruggero Razza ha firmato il corrispondente decreto; la cannabis medicinale sarà gratuita per tre patologie.

In Sicilia l'amministrazione regionale si sobbarcherà le spese sostenute dai pazienti che usano la cannabis per uso terapeutico. Questa decisione viene sancita da un decreto che porta la firma dall'assessore alla Sanità della Regione Ruggero Razza. La cannabis non costerà nulla ai pazienti affetti da dolore cronico e neuropatico e da spasticità da sclerosi multipla che si rivolgeranno alle strutture sanitarie pubbliche, riporta l'Ansa.

Avranno la facoltà di prescrivere la cannabis a scopi terapeutici per la durata massima di 6 mesi i medici delle Aziende sanitarie pubbliche regionali, specialisti di anestesia e rianimazione, neurologia e dei centri di terapia del dolore, si afferma nel decreto; il paziente potrà chiedere il medicinale nelle farmacie ospedaliere. Attualmente in Sicilia queste farmacie non producono la cannabis terapeutica, pertanto il decreto prevede convenzioni della Regione con i privati.

Nell'isola ci sono 5 farmacie private che producono il farmaco: si trovano ad Agrigento, Catania, Palermo, Ragusa e Siracusa. Il decreto della Regione siciliana è il coronamento finale di un lavoro protratto per oltre un anno.

Ricordiamo che in Italia è stato legalizzato l'utilizzo della cannabis per finalità terapeutiche, mentre l'uso ricreativo è considerato illegale, sebbene in Parlamento siano ferme proposte antiproibizioniste. Invece la cosiddetta "cannabis light" o "cannabis legale", contenente basse percentuali del principio psicotropo della canapa, dopo accesi dibattiti in politica e battaglie nei tribunali è regolamentata.

Cassazione: non è reato coltivare per sè "poche" piantine di cannabis in casa

Per i supremi giudici, non costituisce più reato coltivare in minime quantità piantine di cannabis in casa con qualsiasi livello di Thc, il principio stupefacente. I giudici hanno sostenuto la tesi per cui il bene giuridico della salute pubblica non viene in alcun modo compromesso o messo in pericolo dal singolo assuntore che decide di coltivare per scopi personali qualche piantina.

Tags:
Medicina, Società, Italia, Marijuana, Sicilia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook