08:36 01 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
213
Seguici su

I crimini d'odio in Italia diminuiscono dopo l'allarmante picco del 2017. I reati per razzismo e xenofobia sono i più denunciati secondo i dati del Dipartimento di pubblica sicurezza.

In Italia i reati per crimini d’odio diminuiscono a 969 casi nel 2019, contro i 1.111 del 2018 e i 1.048 del 2017. Nel 2016, tuttavia, si registravano 736 crimini d’odio. Negli ultimi anni in Italia il focolaio dell’odio xenofobo e razzista si è risvegliato, facendo scattare non pochi campanelli d’allarme nella società civile ed anche nella politica nazionale.

Le minacce di odio e di morte alla senatrice a vita Liliana Segre sono solo un esempio su tutti.

I dati appena pubblicati sono forniti dal Dipartimento di pubblica sicurezza e combinano le informazioni derivate da due banche dati, quella dell’Oscad e del Sistema di Indagine Sdi.

Razzismo e xenofobia i crimini d’odio più diffusi

Tra i casi di crimini d’odio segnalati alle forze di polizia, quelli per razzismo e xenofobia sono i più diffusi, pari a 726 sul totale. I reati includono discriminazioni per razza-colore, etnia, nazionalità, lingua, riguardano i Rom e i Sinti, l’antisemitismo, contro i musulmani e contro i membri di altre religioni.

161 i reati d’odio contro i disabili e 82 le denunce di odio a causa dell’orientamento sessuale della vittima.

Reati per razzismo in calo

I reati per razzismo e xenofobia sono in calo rispetto al 2018 e al 2017, ma rispetto al 2016 si evidenzia come il fenomeno sia cresciuto, rispettivamente: 726 contro 494.

Diminuiscono anche i reati legati alla discriminazione per l’orientamento sessuale e l’identità di genere e diminuiscono anche gli atti discriminatori con chi è portatore di disabilità. Quest’ultima tipologia è l’unica che nel 2017 non aveva fatto segnare un picco rispetto al 2016.

Correlati:

Numero uno di Siemens contro Trump: “è il volto del razzismo”
Razzismo negli stadi, presidente Fifa chiede il carcere
‘Supremazia Quantistica’ – Google sospettato di razzismo per il suo supercomputer
Tags:
xenofobia, Razzismo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook