19:56 26 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
112
Seguici su

Con 254 ore perse nel traffico all’anno per ogni cittadino Roma è la seconda città al mondo secondo questo indicatore, alle spalle di Bogotà, capitale della Colombia. Mosca si trova al 10° posto.

Nella Capitale una persona trascorre mediamente 254 ore l'anno nel traffico: per capire questo dato, è come se i romani nell'arco di un anno passassero poco dieci giorni e qualche ora rinchiusi tra le lamiere di una macchina muovendosi a passo d'uomo. Emerge dal Global card scorecard di Inrix, analisi dei trend della congestione urbana in 200 città di 38 Paesi.

Il dato è in peggioramento rispetto alla rilevazione dello scorso anno col 16% di tempo perso in più, collocando Roma al secondo posto al mondo, dietro solo Bogotà, dove un cittadina resta imbottigliato nel traffico per 272 ore l'anno. Il terzo posto se lo aggiudica Dublino, il 4° Parigi.

La capitale russa chiude la top-10 con 210 ore.

La capitale irlandese ha la velocità media più bassa per le automobili nel centro con 9,5 chilometri all'ora. Boston è invece la città in cui il costo del traffico è più elevato: 2.291 dollari pro capite all'anno.

Tornando alle ore perse nel traffico e prendendo in considerazione le altre città italiane, Milano la troviamo al 6° posto con 226 ore, Napoli è al 13° con 186 ore, Torino è 16° con 167 ore.

Salvini attacca la sindaca Raggi

"Altro record negativo per la Raggi e i Cinque stelle: Roma è la città al mondo col traffico più caotico, dove i cittadini perdono 254 ore di vita all'anno per colpa del traffico. Peggio solo Bogotà…Dopo autobus in fiamme, metro ferme e voragini nelle strade, anche questo è colpa di Salvini?", ha commentato il leader della Lega Matteo Salvini, le cui parole sono riportate dal portale Fanpage.it.

Codacons: comune di Roma incapace

Sulla stessa linea d'onda di Salvini il commento del presidente del Codacons, l'avvocato Carlo Rienzi, arrivato a parlare di "violenza" contro i romani.

"Si tratta di una vera e propria violenza verso i cittadini. Dati così disastrosi sono motivati dall'incapacità dell'amministrazione da un lato di incentivare l'uso dei mezzi pubblici, dall'altro di garantire un servizio di metro, bus e tram adeguato ed efficiente. I romani non si fidano del trasporto pubblico e continuano a muoversi in auto alimentando il traffico", ha dichiarato.

Tags:
Colombia, Mosca, Roma, Società, Auto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook