19:01 11 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
1032
Seguici su

Attesa per il voto di questo pomeriggio da parte della giunta per le immunità sull'autorizzazione a procedere nei confronti del leader della Lega.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha fatto sapere pubblicamente che chiederà ai senatori, compresi i rappresentanti del suo partito, di votare sì al suo processo questo pomeriggio nella giunta per le autorizzazioni a procedere relativamente al caso Gregoretti, dove dai giudici catanesi è accusato di sequestro di persona per aver negato alla nave della Marina Militare italiana lo sbarco dopo aver salvato dei migranti naufraghi. 

Salvini ha testualmente dichiarato di non aver paura del carcere.

"Guareschi diceva che ci sono momenti in cui per arrivare alla libertà bisogna passare dalla prigione. Siamo pronti, sono pronto", le parole di Salvini a margine di un evento elettorale della Lega a Comacchio.

Durante il suo tour elettorale in Emilia-Romagna e sulla sua pagina Facebook ha spiegato perché vuole andare a processo.

"Ci ho ragionato ieri e stanotte e sono arrivato a una decisione, che ormai è diventata una barzelletta che va avanti da anni, e ho deciso che domani chiederò a chi deve votare, quindi anche ai senatori della Lega, di farmi un favore. Votate per mandarmi a processo e la chiariamo una volta per tutte. Portatemi in Tribunale e sarà un processo contro il popolo italiano, e ci portino tutti in Tribunale. Mi mandino a processo, così la decidiamo una volta per tutte se difendere i confini dell'Italia, la sicurezza e l'onore dell'Italia è un crimine oppure un dovere di un buon ministro", ha dichiarato Salvini.

Durante un incontro elettorale con i pescatori di Comacchio il leader di Lega ha anche detto che non molla.

“Non mollo, non mollo… mi devono arrestare perché molli, a parte che non manca molto. Scriverò le mie prigioni come Silvio Pellico, farò un format tv”, ha detto lui.

Zingaretti sarcastico su Salvini

"Salvini sta usando un tema della giustizia per motivi politici e personali, come sul caso Diciotti e sul Russiagate. Quella della Gregoretti è una vicenda solo giudiziaria, ma lui pretende l'impunità", ha affermato il segretario del Pd Nicola Zingaretti citato dall'Ansa, aggiungendo che "Salvini è garantista su se stesso e giustizialista con gli avversari". 

Zingaretti ha poi cavalcato le critiche delle forze della maggioranza contro la presidente del Senato Elisabetta Casellati, accusata di non essere stata super partes per la decisione di far votare l'autorizzazione a procedere alla vigilia delle regionali in Emilia-Romagna e Calabria.

"La presidente del Senato Casellati ha compiuto un atto sbagliato, invece di garantire una terzietà si è schierata a favore della sua parte politica. Questo resta un vulnus, una funzione istituzionale molto importante non è stata rispettata", le parole del segretario Dem.
Tags:
ONG, Giustizia, Italia, Immigrazione, Lega, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook