16:21 01 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Anastasi, il grande attaccante della Juventus, non ce l'ha fatta e se ne è andato dopo una ineluttabile malattia. Con lui l'Italia aveva vinto l'Europeo.

Se n'è andato Pietro Anastasi. Da tempo malato di Sla, si è spento nella sera del 17 gennaio. Catanese, di 71 anni, lascia una formidabile carriera come capitano della Juventus, che portò in finale la Nazionale agli Europei del 1968 e ottenne con i suoi gol il titolo trionfando contro la Jugoslavia. 

L'ex attaccante aveva indossato anche la maglia dell'Inter, ma il suo volto rimane legato al calcio bianconero degli anni '70, di cui divenne bandiera. Dopo la vittoria agli Europei, passò alla Juve per 650 milioni di lire nel 1968 e vestì la maglia bianconera sino al 1976. 

Sul sito della Signora un messaggio di cordoglio per il suo ex capitano. "Ci ha lasciato un campione indimenticabile, uno dei simboli del calcio bianconero degli anni '70. La Juventus abbraccia la moglie Anna, i figli Silvano e Gianluca e saluta Pietro con una semplice parola grande quanto lui: Grazie"

​Con la Juventus fece 303 presenze e 130 gol che permisero alla squadra di portare a casa tre scudetti. Con la maglia nerazzurra, invece, due stagioni più la coppa italia. Venne definito dai suoi numerosi estimatori il "Pelè bianco".

Tags:
Calcio, juventus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook