00:13 09 Aprile 2020
Italia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Si è ritrovato da solo, dimenticato dalle accompagnatrici, intrappolato dentro il pulmino mentre l'autista era andato a pranzo. Salvato da un insegnante che passava da lì per caso.

Dimenticato sull'autobus durante uno spostamento da un plesso all'altro per le attività didattiche. E' accaduto a un bambino di 2 anni che frequenta un nido privato del gruppo «I Migliori Asili», realtà torinese che conta una decina di strutture. La scolaresca aveva effettuato uno spostamento in un'altra struttura, per svolgere attività didattiche psicomotorie. Il gruppo era accompagnato da tre educatrici. 

Al rientro in sede, subito dopo il pranzo, le accompagnatrici hanno riportato i bambini all'asilo per un pisolino, ma hanno dimenticato  sullo scuolabus il piccolo che probabilmente, da quanto riferiscono le insegnanti, si era addormentato. L'autista, congedato, aveva posteggiato il mezzo e si era allontanato per il pranzo. 

Al risveglio il bambino si è trovato da solo, intrappolato sul pulmino. Un insegnante che passava per strada racconta di averlo trovato in lacrime dietro la porta del mezzo.

"Ero al telefono. Mi sono accorta per caso di quel bimbo incollato al finestrino della porta. Piangeva. Così ho chiamato la polizia. Nel frattempo è arrivato l’autista", spiega la professoressa, che ha immediatamente allertato la polizia e poi è rimasta a fare compagnia al piccolo sino all'arrivo degli agenti. 

Secondo la ricostruzione delle forze dell'ordine, il bambino è rimasto intrappolato nel veicolo per quasi 40 minuti. Fortunatamente, a parte lo spavento, non ci sono state conseguenze sulla salute del piccolo. Le maestre si giustificano dicendo di essersi accorte subito della sua assenza e di aver tentato immediatamente di allertare l'autista, prima che intervenisse la polizia. 

"Della sua assenza ce ne siamo accorte subito, dopo pochissimi minuti. Infatti stavamo già allertando l’autista quando è arrivata la polizia. Anche i genitori non hanno sollevato questioni", ha spiegato la direttrice, Stefania Rosate. 
Tags:
asilo, Scuola, Torino, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook