15:30 24 Gennaio 2020
Italia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Il caso Whirlpool torna a creare tensione nello stabilimento di Napoli. Al termine di un'assemblea, gli operai dello stabilimento hanno bloccato l'autostrada A3 all'altezza dello svincolo di San Giovanni a Teduccio. Il Mise ha convocato un tavolo per il 29 gennaio.

Il ministero dello Sviluppo economico ha convocato il tavolo sul caso Whirlpool per mercoledì 29 gennaio. La convocazione, riguardante il futuro dello stabilimento di Napoli è rivolta a sindacati, azienda e Regione Campania ed è stata annunciata in conseguenza alla mobilitazione di questa mattina delle lavoratrici e dei lavoratori della Whirlpool.

"Dopo la mobilitazione di questa mattina delle lavoratrici e dei lavoratori della Whirlpool di Napoli, finalmente è giunta la convocazione da parte del Ministero dello Sviluppo economico per il giorno mercoledì 29 gennaio. [...] Ora ci auguriamo che il Governo porti al tavolo una proposta concreta e risolutiva, elaborata in questo periodo di tempo fin troppo lungo di pausa, immaginato dal Ministero dello Sviluppo economico proprio al fine di avviare un tavolo tecnico fra istituzioni e multinazionale", si legge in una nota unitaria di Fim Fiom e Uilm, dove i sindacati accolgono la convocazione del nuovo tavolo di confronto sul futuro del sito Whirlpool di Napoli.

​La vicenda Whirlpool

Gli operai della Whirlpool avevano cominciato, negli scorsi mesi, una protesta per fermare la chiusura annunciata da Whirlpool dello stabilimento napoletano dell'azienda, bloccando l'autostrada A3 e addirittura raggiungendo l'ambasciata Usa e arrivando a manifestare a Palazzo Chigi

Nell'incontro che poi si era tenuto a Palazzo Chigi con i vertici della multinazionale statunitense, il premier Conte e il ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli non erano riusciti a far cambiare idea al management dell'azienda: lo stabilimento di Napoli, dove si producono lavatrici di alta gamma, avrebbe dovuto chiudere a partire dal prossimo 1 novembre.

Gli operai avevano continuato a protestare senza arrendersi, arrivando ad occupare l'aeroporto di Capodichino a Napoli, rivendicando il loro diritto a mantenere i posti di lavoro. Whirlpool aveva poi annunciato, insieme al ministro dello sviluppo economico Patuanelli, il ritiro della procedura di cessione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik