15:42 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
3190
Seguici su

La sanzione pecuniaria è dovuta alla violazione del divieto di ingresso in acque italiane stabilito dal Viminale dopo un soccorso in mare effettuato a fine agosto con la nave "Marie Eleonore", secondo quanto affermato dal comandante Claus Peter Reisch.

Le autorità italiane hanno notificato un verbale con una multa salata da 300mila euro al cittadino tedesco Claus Peter Reisch, comandante al servizio della ong Lifeline, impegnata nel soccorso e nel recupero dei migranti naufraghi nel Mediterraneo.

Questa sanzione amministrativa è contemplata dal decreto sicurezza bis, norma fortemente voluta la scorsa estate dall'ex capo del Viminale e leader della Lega Matteo Salvini e ancora in vigore nonostante i proclami del governo giallo-rosso per modificarla o addirittura abrogarla: il decreto prevede multe per le ong che non rispettano il divieto di ingresso in acque territoriali italiane.

A segnalare il ricevimento della multa con un tweet è stato lo stesso Reisch, secondo il quale la sanzione si riferisce alla violazione del divieto di ingresso in acque italiane dopo un soccorso effettuato a fine agosto con la Marie Eleonore, l'ultima nave sequestrata con le norme del decreto sicurezza bis e dallo scorso 2 settembre ancorata al porto di Pozzallo.

"Purtroppo una nuova battaglia dopo una battaglia. Sono stato multato incredibilmente in Sicilia con 300mila euro. Farò appello, tuttavia è tutto molto costoso", il testo del tweet del comandante Reisch con allegata l'immagine del verbale che gli è stato notificato.​

Tags:
ONG, Giustizia, Migranti, Immigrazione, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook